Come vendere i tuoi prodotti sui social media: una guida rapida

Come vendere i tuoi prodotti sui social media: una guida rapida

Come vendere i tuoi prodotti sui social media: una guida rapida

 

Dopo aver chiarito analisi e strategia, puoi iniziare a registrare un account. In linea generale, dovrebbe essere attraente e tenere in considerazione le specificità di ciascun social network. Una copertina dinamica su Facebook, ad esempio, ti consente di mostrare le promozioni in corso. E nelle storie salvate su Instagram puoi memorizzare prezzi, tariffe, menu e altre informazioni rilevanti per gli utenti.
 
È importante indicare nell'intestazione e nelle descrizioni dell'account i principali canali di comunicazione utilizzati dal pubblico di destinazione. Se la maggior parte degli ordini dell'azienda arrivano per telefono, indicane il numero. Se è più probabile che gli utenti scrivano messaggi diretti o pubblici, allora non è necessario.
 
Vale la pena utilizzare link multipli nell'intestazione di Instagram. Ad esempio, noi utilizziamo il servizio Taplink. A causa delle limitazioni di volume, non sarà possibile indicare nell'intestazione tutti i link. Pertanto, indichiamo l'indirizzo Taplink e lì raccogliamo i link ai vari siti e agli altri social network. Puoi persino creare una mini landing page con le categorie di prodotti.
 
Su Instagram, l'aspetto complessivo del feed è molto importante. Le immagini dovrebbero essere di alta qualità, realizzate con uno stile distintivo.
 
Se gli account social vengono creati da zero, devi prima creare contenuti, e solo in un secondo tempo lanciare gli annunci. Le persone raramente si iscrivono a pagine vuote, quindi sarebbe solo uno spreco di budget. Hai bisogno di un piano ben strutturato e di strumenti intelligenti per la pubblicazione sui social. Ad esempio, Postoplan ti consente di gestire allo stesso tempo sia i social network che le app di messaggistica istantanea più popolari per pubblicare post.
 
Se invece hai già un pubblico sui social network e i contenuti esistenti non sono male per attirare nuovi iscritti, puoi lanciare subito gli annunci.
 
Un funnel pubblicitario di solito include molti segmenti: da diverse dozzine a centinaia. Non è necessario collegarli tutti in una volta. Di solito, in base alla nostra esperienza, individuiamo quelli più promettenti e iniziamo da loro: testiamo le creatività, vediamo il risultato, disabilitiamo gli annunci inefficaci, aumentiamo il budget per quelli buoni. Nel frattempo, colleghiamo e testiamo nuovi segmenti.
 
Ad esempio, per la promozione di un produttore di attrezzature turistiche, a seconda degli interessi abbiamo diviso il pubblico di destinazione in 28 segmenti, che a loro volta sono stati suddivisi in tre gruppi: turisti, appassionati di giochi sportivi militari, e altri.

Altre Notizie