Mascherine via all'aperto da fine giugno - La Voce di Rovigo

Mascherine la Francia decide di anticipare tutti All'esterno non si mettono

Mascherine via all'aperto da fine giugno - La Voce di Rovigo

Niente più obbligo di mascherina indossata sempre, ma resterà l'obbligo di portarla sempre con sé perché all'occorrenza dovremo subito essere pronti a coprire naso e bocca. Il tema è discusso da giorni a Palazzo Chigi, con Lega e Italia Viva che premono per l'abolizione immediata della misura, e altri partiti come M5S e Forza Italia d'accordo con la necessità di accelerare. "Tutti gli studi ci dicono che in una situazione epidemiologica sotto controllo, come in Italia, è quasi nulla la possibilità di contagio all'aperto con la metà della popolazione vaccinata almeno con la prima dose". Il governo infatti avrebbe deciso di anticiparlo già a fine giugno, mentre per lo stato di emergenza l'orientamento dell'esecutivo resta quello della proroga, anche se la decisione finale arriverà solo a luglio.

"Togliere la mascherina all'aperto a partire da questa estate è l'obiettivo del governo, ed è vicino", scrive il ministro degli esteri Luigi di Maio.

Francia e alcuni Stati della Germania hanno già tolto l'obbligo della mascherina all'aperto; la Svizzera va verso l'addio dal 28 giugno e anche la Spagna è sulla strada dell'abolizione. Il che vuol dire che anche se non sarà più obbligatorio tenerla sempre, bisognerà portarla con sé per metterla al momento necessario.

"Oggi avremo raggiunto la quota di 30 milioni di italiani che ha ricevuto la prima dose e ormai più di un cittadino su quattro ha completato il ciclo vaccinale - prosegue Sileri - e quindi penso che fatte passare tre settimane possiamo ritenerci abbastanza al sicuro da abbandonare la mascherina all'aperto. Dai primi di luglio sarebbe opportuno far cadere l'obbligo", ha concluso.

Altre Notizie