Draghi: ‘L’eterologa funziona, io la farò, ma c’è libertà di scelta’

Draghi

Draghi: ‘L’eterologa funziona, io la farò, ma c’è libertà di scelta’

Ho più di 70 anni: "la prima AstraZeneca ha dato una risposta di anticorpi bassa e mi si consiglia di fare l'eterologa".

Sono bastati pochi minuti a Mario Draghi per ribadire in maniera perentoria l'importanza della campagna di vaccinazione e soprattutto per fare chiarezza dopo il caos comunicativo e istituzionale sorto su AstraZeneca, le seconde dosi e il mix di vaccini.

"L'eterologa funziona, io sono prenotato martedì", aggiunge il premier.

Chi vuole seconda dose Az è libero di farla con parere medico e consenso informato "Se una persona che ha meno di 60 anni ha fatto la prima dose con AstraZeneca e gli viene proposto come è stato stabilito di fare l'eterologa ma non vuole farla, questa persona è libera di fare la seconda dose con AstraZeneca purché abbia il parere di un medico e un consenso informato bene".

Una possibilità ribadita anche dal generale Francesco Figliuolo: "La raccomandazione principale è di fare l'eterologa, ma se un individuo sotto i 60 vuole fare AstraZeneca, ci sarà la possibilità di valutare e farlo, noi siamo in grado di garantire la flessibilità e la libertà delle scelte personali". La cosa peggiore è non fare la seconda dose, ribadisce Draghi. E' straordinario, è uno dei comportamenti più ammirevoli che abbiamo davanti, ricordiamocene. "No", dice Draghi. "C'è una data da indicare in cui chiederò un parere al Cts tramite il ministro Speranza: domani farò richiesta formale al Cts per chiedere se possiamo togliere la mascherina all'aperto". "Sullo stato di emergenza decideremo quando saremo vicini alla scadenza".

"Nel nostro Paese è stato disposto l'obbligo per il vaccino anti-Covid per gli operatori sanitari e ciò è giusto ma in questo momento non c'è la previsione di altri tipi di obbligatorietà". "Vediamo una risposta positiva dei nostri cittadini e la campagna continuerà".

"In Fvg, sono 444.923 gli over 50 che hanno aderito alla campagna vaccinale per una percentuale del 74% della platea di questa fascia d'età", ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.

"E' stata già fatta tutta la pianificazione e riprogrammato con le regioni affinché siano assicurate dosi con l'eterologa per tutto giugno, a breve per tutto luglio. Si tratta di 990mila cittadini che saranno vaccinati con mRna e quindi non ci saranno rallentamenti, il ritmo resterà di 500mila somministrazioni al giorno". Così il Commissario per l'Emergenza, Francesco Figliuolo.

Altre Notizie