AstraZeneca: "Vaccino efficace contro variante Delta"

Variante Delta governi temono la risalita dei contagi

AstraZeneca: "Vaccino efficace contro variante Delta"

È quanto emerge da fonti interne a Regione Lombardia.

Da inizio anno, i casi della nuova variante delta, che sta impensierendo soprattutto la Gran Bretagna ma anche altri paesi dell'Unione, sono stati 81 relativi a residenti lombardi: a maggio nell'1,2% circa delle 5.841 genotipizzazioni effettuate, a giugno nel'1,1% del totale sino ad ora esaminato di 786 genotipizzazioni.

La procedura attuale consiste nel fare il tampone e, se positivo e con un'alta carica virale, si procede a un secondo test, studiato per verificare in modo specifico la presenza della variante Alfa, ossia la variante inglese secondo la vecchia terminologia.

Sono settimane delicate per la lotta alla pandemia: su un fronte la necessità di tenere positivi i dati sul contagio, sull'altro le preoccupazioni per la variante Delta ma anche per gli effetti collaterali del vaccino AstraZeneca, che hanno portato ad un ulteriore stop per gli under 60 in Italia. Per il vaccino Pfizer-BioNTech si parla di una copertura del 79% contro la variante Delta, rispetto al 92% contro il ceppo Alpha. Anche la Francia sta registrando la presenza di 50-150 nuovi casi con variante Delta ogni giorno. "Fare il richiamo fornisce una marcata differenza nella protezione".

Le varianti allarmano gli esperti perché possono aumentare il contagio e abbassare le barriere offerte dal vaccino.

L'ultimo focolaio in ordine di tempo è quello individuato nella palestra Virgin di Città Studi a Milano dove sono risultate positive 12 persone, di cui una affetta da variante Delta nonostante avesse completato il ciclo vaccinale. Il SAR ci dice quanto è probabile che qualcuno infetti uno dei suoi stretti contatti, quindi Delta conferma la sua potenziale maggior contagiosità. Quali SINTOMI ha la VARIANTE DELTA? .

Per quanto riguarda l'Italia, per il virologo bisogna considerare che "i vaccinati con una doppia dose sono il 25% e il 50% hanno avuto solo la prima dose: questo significa che in estate il virus potrebbe trovare una via d'accesso e che la situazione potrebbe essere più grave che in Gran Bretagna perché siamo ancora indietro nella campagna vaccinale". Per questo, conclude, "è ancora molto importante continuare a usare le mascherine, rispettare il distanziamento, disinfettarsi e lavarsi le mani".

A preoccupare maggiormente il governatore della regione è il fatto che la variante delta potrebbe "essere meno sensibile delle precedenti ai vaccini". Lo ha detto la vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia, Letizia Moratti.

Tuttavia, "non si sono verificati decessi tra i vaccinati che si sono contagiati". Osservando le mutazioni inglese, indiana, sudafricana e brasiliana, i casi rilevati crescono mese su mese: dai 20 di dicembre ai 4.342 di maggio quella inglese, da 1 a 30 quella sudafricana, da 3 a 120 la brasiliana.

Altre Notizie