Spari ad Ardea contro due bambini e un anziano: tutti gravissimi

Spari ad Ardea contro due bambini e un anziano: tutti gravissimi

Spari ad Ardea contro due bambini e un anziano: tutti gravissimi

Colpi d'arma da fuoco in strada ad Ardea, vicino a Roma. Colpiti due bambini e un anziano, tutti gravissimi. Il responsabile del gesti è un pregiudicato trentenne italiano, ritenuto molto pericoloso. Molte le chiamate arrivate al 112 che ha attivato i soccorsi, sul posto sono giunti i carabinieri di Ardea, Anzio e Pomezia. A sparare sarebbe stato un uomo che si è allontanato dal luogo, il sospettato è stato poi individuato dagli investigatori e si è barricato in un appartamento ad Ardea.

In arrivo le teste di cuoio dei carabinieri. I bambini sono stati trasportati in ospedale con due elicotteri. Urla di disperazione si levano tutto intorno, quelle dei genitori dei ragazzi. Non si conoscono al momento le generalità del'uomo, né si sa se vi siano rapporti di conoscenza o parentela con i feriti.

Ignoti i motivi del folle gesto. I presenti e le forze dell'ordine ci dicono che qualcuno ha sentito degli spari, la persona che potrebbe aver sparato è stata già identificata, sembra sia una persona instabile che già aveva manifestato comportamenti ostili. "Ma ancora non sappiamo nulla di preciso" le parole di Mario Savarese, sindaco di Ardea.

Si indaga dunque per capire se si sia trattato di una vendetta o di un raptus improvviso.

Altre Notizie