Saman Abbas, il cugino fuggito in Francia consegnato ai carabinieri a Ventimiglia

Saman le ricerche si concentrano in un'area tra le serre

IPA 1 di 53

Era stato arrestato a Nimes dalla polizia francese lo scorso 29 maggio grazie anche al servizio di Cooperazione internazionale della polizia criminale del Viminale.

"Stiamo lavorando su un'area che riteniamo verosimile per poter individuare il corpo della ragazza - ha confermato il colonnello dei carabinieri del comando provinciale di Reggio Emilia, Cristiano Desideri stamattina a Novellara davanti all'abitazione dove viveva Saman - Le ricerche sono in corso e auspichiamo un esito risolutivo anche grazie a strumentazioni tecniche come l'elettro-magnetometro che mappa in profondità il terreno per poi andare a ricercare le anomalie non conformi ai parametri inseriti nel software di gestione".

Dalla frontiera al carcere di Reggio Emilia.

Ijaz era collegato con il tribunale in videoconferenza dal carcere di via Settembrini, dove è rinchiuso dalla sera di martedì dopo che la Francia lo ha consegnato alle autorità italiane.

Gli inquirenti sono in cerca degli altri latitanti.

Si continua a cercare il cadavere di Saman Abbas, la 18enne pachistana scomparsa da oltre un mese dalla Bassa Reggiana e che si presume sia stata uccisa dalla famiglia per aver rifiutato un matrimonio combinato. "Ha dichiarato di non aver nulla a che vedere con la sparizione della ragazza". Gli inquirenti si sono concentrati soprattutto in un punto, tra alcune serre dell'azienda di cocomeri nella quale Shabbar, padre di Saman, lavorava come custode. Fatti segnalati anche ai carabinieri che lo hanno ascoltato lunedì. "I genitori sono in Pakistan e sono ricercati". Perchè proprio questo punto? Ma la data ancora non è stata fissata, secondo le parole di Laura Galli, il Pm titolare dell'inchiesta riportate da Repubblica.

"In nessun modo le differenze culturali possono esimere da una piena adesione ai principi di fondo sui quali si basa la nostra società come l'uguaglianza di genere e il rispetto della dignità umana che permea di sé il quadro dei valori costituzionali", ha risposto a un'interrogazione sulla scomparsa di Saman il ministro Luciana Lamorgese durante il question time nell'Aula di Montecitorio. Il comandante ha confermato che il cugino arrestato in Francia è stato consegnato ai militari del nucleo investigativo, che lo porteranno in carcere dove nei prossimi giorni sarà interrogato.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Altre Notizie