Visita di Draghi in Libia, ecco i tre dossier principali

Visita di Draghi in Libia, ecco i tre dossier principali

Draghi, momento unico per ricostruire amicizia con Libia - Ultima Ora

Un viaggio lampo che culminerà nella tarda mattinata con una dichiarazione congiunta dei due leader. Draghi incontrerà anche il presidente del Consiglio presidenziale, Mohammed Menfi. "Il governo di unità nazionale, riconosciuto e legittimato dal Parlamento, sta procedendo alla riconciliazione nazionale. Il momento è unico per ricostruire quella che è stata un'antica amicizia e una vicinanza che non ha mai conosciuto momenti di pausa, pensate che l'ambasciata italiana è l'unica rimasta aperta durante tutti gli anni di conflitto, bisogna dar conto al coraggio dei diplomatici che sono rimasti".

Il cessate il fuoco in Libia, però, è centrale per la prosecuzione di qualsiasi dialogo: "La sicurezza dei siti è fondamentale per procedere con la collaborazione", ha annunciato Draghi.

"E' stato un incontro straordinariamente soddisfacente - ha affermato il premier - Abbiamo parlato della cooperazione in campo infrastrutturale, energetico, sanitario e culturale". "C'è la volontà - ha aggiunto il premier - di riportare l'interscambio economico e culturale ai livelli di 5-6 anni fa". Nella sua prima visita al Paese, cruciale per una serie di legami con l'Italia e per la sua posizione nel Mediterraneo, Draghi ha incontrato Abdul Hamid Dbeibah, il premier del governo di unità nazionale libico che traghetterà la Nazione verso le elezioni di dicembre 2021. Anche sulla questione migratoria c'è molto da fare, sia sul punto di vista geopolitico che umanitario. Il problema migratorio non nasce solo sulle coste ma anche nei confini meridionali della Libia e vogliamo aiutare il governo libico anche in quella sede. "Cogliamo l'occasione per esprimere la nostra solidarieta' ai giornalisti italiani intercettati nel 2017 per le loro importanti e doverose inchieste sull'argomento".

Altre Notizie