La figlia di Jovanotti vince il tumore

Terry Jovanotti

La figlia di Jovanotti Mi stato diagnosticato un tumore ora

Con queste parole Lorenzo Cherubini ha dato sfogo alla sua gioia per la guarigione della figlia 23enne, Teresa, colpita da un tumore.

Il post di Teresa è stato anche condiviso da Jovanotti sulla propria pagina Instagram.

La notizia è stata condivisa sui loro canali social sia da Teresa che da Lorenzo, che hanno informato i fan della situazione: "Oggi la mia Teresa ha voluto raccontare la sua storia degli ultimi sette mesi". Un fastidio a cui, inizialmente, la figlia di Jovanotti non ha dato peso pensando che sarebbe andato via.

"La chemio non mi ha fatto cadere i capelli del tutto, ma il 9 dicembre dopo l'ultimo trattamento ho deciso di rasarmi come segno di un nuovo inizio" mostrando uno scatto del suo nuovo look. Nell'agosto 2019 il tumore del sistema linfatico aveva cominciato ad attaccarla, sotto forma di un prurito alle gambe.

"Dopo mesi di ansie e paure - scrive Teresa - la storia è finita, e posso raccontarla, perchè da ieri, 12 gennaio 2021 sono ufficialmente guarita". Un malessere che non è passato affatto nei mesi successivi e che, anzi, nel tempo non faceva che peggiorare. Oggi per noi è un giorno bellissimo, Terry e la sua mamma sono state due tigri in questi mesi, sono così fiero di loro. Un segreto che ha commosso tutti i follower. "Non riuscivo a dormire più di un paio d'ore a notte, avevo la pelle piagata", ha scritto in un post su Instagram. "Quando mi si è ingrossato un linfonodo nel braccio ho capito che c'era qualcosa di più serio", ha aggiunto. All'intervento si è sottoposta presso l'Istituto Europeo di Oncologia di Milano, curata dall'équipe del primario di Oncoematologia, Corrado Tarella, e operata dal professore Paolo Veronesi. Gli infermieri e le infermiere Alice e Lucia, i radiologi, tutto il personale dell'ospedale, GRAZIE! .

Teresa Cherubini dice grazie ai genitori, sempre al suo fianco: "Ed ovviamente, un grazie speciale ai miei genitori, che ci sono sempre stati". E conclude: "Per un certo verso il cancro è una malattia molto solitaria, ma il supporto di chi ti sta vicino è fondamentale per superarla". "La paura non é andata via, e ci vorrà del tempo perché possa fidarmi di nuovo del mio corpo, ma non vedo l'ora di ricominciare a vivere" ha concluso Teresa.

Altre Notizie