Governo, Renzi "Non sono io a chiedere la conta in Aula"

Renzi:

Renzi: “Conte e Casalino vogliono asfaltarmi in Parlamento? Spero abbiano fatto bene i conti”

Né mi preoccupa né mi esalta questa prospettiva.

Ospite di Myrta Merlino a L'aria che tira su La7, Matteo Renzi ha continuato a insistere sulla sua linea, assicurando che la partita non si sta giocando sulle poltrone bensì sui contenuti.

E sul Recovery fund sottolinea ancora: "Una cosa sono i post, i tweet e le storie su Instagram, una cosa sono i documenti". Se danno queste veline ai giornali, sapete che c'è? Io non so dire se ci hanno dato ragione.

"Non mi interessa il cambio di Governo, ma come viene gestita la pandemia: noi abbiamo il più alto numero di morti, il peggior livello di Pil, e siamo il Paese che ha fatto le chiusure più toste a cominciare dalla scuola, sono solo 3 le regioni che hanno ricominciato con la scuola oggi - ha aggiunto -. Lo saprò quando ci daranno i documenti", aggiunge il leader di Iv. "Il presidente della Repubblica ha detto parole che condividiamo. Ma in Italia il presidente è un arbitro, non dice a un dirigente politico quello che deve fare". Non ci frega nulla delle poltrone, ma non si buttino via i soldi che non torneranno mai più.

"Approviamo questo benedetto Recovery", incalza Renzi. Ma mettiamo questi soldi per le cose utili. Anzi a Conte diciamo: corri, presenta il Recovery, presenta i ristori. Ieri hanno detto di chiudere i bar dopo le 18 non permettendo l'asporto. "Sono tutte questioni su cui c'è bisogno di correre, non ne posso più di perdere tempo".

Altre Notizie