Come è andato l'extra Cashback di Natale

Cashback di Natale meno di 40 euro a testa per 6 milioni di italiani

Cashback di Natale, oltre 3 milioni di italiani riceveranno una media di 68 euro a testa

Ben 5,8 milioni gli italiani che hanno partecipato al periodo sperimentale di dicembre, con 9,8 milioni di strumenti di pagamento elettronici registrati e oltre 63 milioni di transazioni effettuate. In altri casi 66 euro sono diventati 66.000 euro e a chi ha raggiunto il massimo, invece di 150 è stato anticipato che ne riceverà 150.000. In particolare, nel periodo tra l'8 e il 31 dicembre 2020, 5.870.063 cittadini si sono iscritti al Cashback.

"La partecipazione - proseguono le stesse fonti - riscontrata ad oggi è stata al di sopra delle aspettative dal punto di vista dei numeri e dei dati di sintesi. Sono stati attivati per l'iniziativa più di 9,8 milioni di strumenti di pagamento elettronici (valore assoluto 9.834.919) di cui oltre 7,6 milioni dall'app IO (valore assoluto 7.637.768)".

Oltre 222 milioni di rimborsi in arrivo per 3,2 milioni di persone, per un importo medio di circa 69 euro a testa.

L'importo medio dei pagamenti con moneta elettronica è di 46 euro, ma molti hanno preferito carte e bancomat anche per gli acquisti di piccolo importo: quasi la metà delle transazioni (il 48,5%), infatti, è stata per importi inferiori ai 25 euro.

Solo il 3,1 per cento otterrà un rimborso - entro l'1 marzo 2021, con bonifico sul proprio Iban - di 150 euro; il 14,5 per cento tra 100 e 149 euro; il 49,6 per cento tra i 50 e 99 euro e il 32,8 per cento pari a meno di 50 euro.

Finita la fase sperimentale, dal primo gennaio è partito il primo dei tre semestri in cui si articolerà il programma Cashback, che durerà fino al 30 giugno 2022. All'8 gennaio, il totale degli iscritti ha superato i 6,2 milioni con oltre 10,6 milioni di strumenti di pagamento attivati e circa 9 milioni di nuove transazioni effettuate nei primi 8 giorni. Si tratta di un bonus extra del valore di 1500 euro che verrà erogato ai primi 100mila cittadini che effettueranno il maggior numero di transazioni valide con carta di credito.

L'aspettativa, in conclusione, "è che la partecipazione continui a crescere in modo graduale e significativo nei prossimi mesi e che, con il tempo, l'iniziativa abbia un impatto positivo sul cambiamento delle abitudini di consumo degli italiani verso un sempre maggiore utilizzo della moneta elettronica negli acquisti di tutti i giorni".

Altre Notizie