Cashback al via a dicembre: ecco come si richiede

ANSA  MASSIMO PERCOSSI

ANSA MASSIMO PERCOSSI

Avevamo già fatto la lista della spesa ed eravamo pronti per il bonus cashback. Invece, un ritardo nella registrazione della Corte dei Conti e nella pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell'apposito decreto del ministero dell'Economia, fanno slittare il via libera al cashback, il rimborso previsto per gli acquisti effettuati con mezzi di pagamento elettronici. Non sono inclusi nel programma gli acquisti online.

Non si pagheranno tasse sul bonus e premio cashback.

A dire il vero questa volta ci sarebbe poco di cui lamentarci. La fase sperimentale, che si chiuderà comunque con la fine dell'anno - il 31 dicembre - prevede un rimborso del 10% dopo aver effettuato dieci pagamenti con una carta, ma con il tetto massimo di 15 euro per ogni singola operazione, anche se la spesa è superiore ai 150 euro. I cittadini e le cittadine che effettueranno compere nei negozi del territorio con il bancomat o le carte di credito e di debito, evitando quindi il contante, saranno premiati con un rimborso massimo di 150 euro.

Si tratta di una misura che si andrà ad aggiungere al bonus bancomat da 150 euro semestrali, in vigore da dicembre 2020, e al super cashback da 1.500 euro semestrali per coloro che totalizzeranno il maggior numero di transazioni digitali nel nuovo anno. Il meccanismo prevede la restituzione (a febbraio e sul conto corrente del consumatore) del 10% per acquisti entro i 150 euro. Significa che se si ordina della merce e la si paga tramite Pos portatile alla consegna, il rimborso viene riconosciuto. Per poter completare la registrazione sarà necessario essere in possesso dello Spid o della Carta d'identità elettronica (Cie), in alternativa sarà possbile utilizzare le altre piattaforme convenzionate con il sistema PagoPa. I rimborsi non dovranno essere conteggiati nella parte che forma il reddito di chi li incassa, pertanto non saranno assoggettati ad alcun prelievo erariale. Per gli acquisti verrà generato un Qr code, che l'utente dovrà necessariamente mostrare al negoziante, in modo da riuscire a tracciare immediatamente il pagamento. Come ottenere il bonus.

Pensato per rilanciare i consumi in un momento così difficile come quello che stiamo vivendo, il cashback di Natale ha una duplice valenza visto che permette ai cittadini di spendere più a cuor leggero, visto che se pagheranno con bancomat o carta di credito avranno indietro il 10% di quanto speso. Il rimborso massimo previsto, semestralmente, quindi, è di 150 euro. Gli acquisti validi per il bonus cashback, inoltre, daranno anche la possibilità di partecipare alla lotteria degli scontrini prevista sempre a partire da gennaio.

Altre Notizie