Assassinio scienziato iraniano: "Gli Stati Uniti hanno ucciso un figlio dell’Iran"

Assassinato in un attentato Mohsen Fakhrizadeh, al vertice del programma nucleare iraniano

Iran: fonti Israele, 'il mondo dovrebbe ringraziarci per uccisione Fakhrizadeh' | OlbiaNotizie.it

Mohsen Fakhrizadeh-Mahabadi, tra i capi del programma nucleare iraniano, è stato ucciso a colpi di pistola a nord-est della capitale Teheran. E secondo fonti al New York Times di un funzionario americano e altri due dirigenti dell'intelligence dietro al delitto c'è Israele. In un messaggio diffuso tramite il sito web della presidenza iraniana, Rohani parla di "impotenza degli acerrimi nemici" della Repubblica Islamica e assicura che "il martirio" dello "scienziato diligente" Fakhrizadeh "non intaccherà la determinazione dei giovani e degli scienziati in Iran nel seguire la via della crescita scientifica", anzi ne "rafforzerà la determinazione nel proseguire sulla strada di questo martire".

"Ancora una volta, le mani malvagie degli Stati Uniti, insieme al regime usurpatore sionista come mercenario, si sono macchiate con il sangue di un figlio di questa nazione", scrive Rohani sul suo sito ufficiale riferendosi all'omicidio di Mohsen Fakhrizadeh. "Il percorso di Fakhrizadeh continuerà ora con maggiore intensità", ha detto Salehi. Lo scienziato assassinato era stato accusato dal premier israeliano Benjamin Netanyahu di gestire un programma per lo sviluppo di armi atomiche e secondo fonti israeliane sarebbe stato nella lista degli obiettivi del Mossad.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni oculari, ci sarebbe stata inizialmente un'esplosione, forse per bloccare l'auto su cui viaggiava Fakhrizadeh, seguita da diversi spari. "Senza dubbio - conclude il presidente iraniano - il ministero della Difesa colmerà il vuoto lasciato da questo grande scienziato".

Altre Notizie