Falsi sms per svuotare i conti: la centrale operativa in Campania

Falsi sms

Falsi sms

Si chiama tecnica dello smishing-vishing, una nuova frontiera dell'ormai noto phishing, con la quale un gruppo di quattro persone è stato scoperto e denunciato dalla polizia postale della Liguria e dai colleghi della Campania. Gli investigatori hanno il sospetto che dietro ci sia la camorra.

"Queste frodi - spiega la polizia - hanno avuto un incremento notevole nel periodo pandemico che stiamo vivendo, in quanto, in ragione del contingentamento degli accessi fisici alle filiali, i rapporti telefonici con le banche da parte dei clienti si sono intensificati". "Ti abbiamo fregato" o ancora "sei stato un ciambellone". I colpi messi a segno fruttavano dai 300 euro ai 55 mila euro. In tre mesi, da settembre a oggi, la banda avrebbe rubato in questa maniera almeno 300 mila euro.

Falsi sms da banche e svuotano conti in tutta ItaliaQuattro denunce e 50 indagati. La prima consiste nell'inviare comunicazioni che sembrano provenire dalla propria banca e che invitano il cittadino ad accedere al proprio conto on-line mediante un web-link. Gli sms falsi riescono a collocarsi in coda ad altri messaggi autentici ricevuti dalla banca.

Dalle intercettazioni è emerso che i truffatori addirittura insultavano alla fine della telefonata le vittime. Le chiamate sembrano arrivare dal numero della propria banca.

Altre Notizie