Calciomercato Milan, Maldini allo scoperto per Calhanoglu

Maldini

Napoli-Milan, Maldini: “Calhanoglu? Bisogna essere contenti in due”

L'incidenza dell'allenatore è maggiore nel periodo Covid perché non essendoci il pubblico le cose che dice l'allenatore dalla panchina si sentono molto bene.

Su Gennaro Gattuso: "Rino è Rino, un allenatore completo, ha fatto la sua seconda esperienza ad altissimo livello". È il tecnico giusto per il Napoli, sta facendo un lavoro pazzesco e ha una squadra tecnica. Come uomo è sempre Rino, in genere tra noi parliamo della famiglia.

Sull'appuntamento per il rinnovo di Hakan Calhanoglu: "Ci sarà sicuramente, la nostra intenzione è quella di provare a tenere Calhanoglu, come stiamo provando a tenere Gigio Donnarumma". In questo momento credo che lui sia abbastanza sereno. Anche quando non faceva prestazioni eccezionali, dava l'anima.

Napoli-Milan, Maldini: “Calhanoglu? Bisogna essere contenti in due”
Milan, Maldini: “Gattuso è pazzesco. Calhanoglu sereno, parleremo con l’agente”

Ma oltre al portiere e al turco, un altro giocatore in scadenza a fine anno è Zlatan Ibrahimovic, che ha prima della sfida al Napoli ci ha scherzato su: "Dopo i rigori sbagliati siamo più lontani, non sono la parte dominante".

Sulle ambizioni del Milan per il titolo: "La parola Scudetto non mi fa paura". Se non dovessimo vincerlo, non saremmo arrabbiati. Se dimostreremo questa continuità fino a maggio, perché non dovremmo proporci? Io mi ricordo di vittorie di Champions League e scudetti in situazioni in cui se non ci avessimo creduto non li avremmo vinti. "Se non dovesse arrivare tuttavia non sarebbe una delusione".

Che ricordi hai delle partite al San Paolo contro il Napoli di Maradona valevoli per lo scudetto? Tutto iniziò con la sfida Scudetto al San Paolo, senza quella vittoria la storia del Milan forse sarebbe stata diversa. "Comunque speriamo di rivedere presto gli stadi pieni per godersi lo spettacolo".

Altre Notizie