Addio a Valentina Pedicini, regista di Faith e Dal Profondo

Brindisi morta prematuramente regista Valentina Pedicini

È morta Valentina Pedicini, la regista aveva 42 anni

Nella notte del 20 novembre si è spenta la talentuosa regista Valentina Pedicini, a soli 42 anni, per mano di una grave malattia.

Diplomata alla Zelig International School Of Documentary, con il documentario Dal profondo sull'unica operaia nelle miniera di Nuraghe Figus, vince il Premio Solinas 2012 ed entra nella cinquina dei David di Donatello.

Pedicini è stata una documentarista e autrice di cortometraggi: negli ultimi anni si è imposta anche a livello internazionale con alcuni suoi lavori, in particolare con il lungometraggio "Cadono le Ombre", che ha ricevuto il premio NuovoImaie Talento durante la Mostra Internazionale del Cinema di Venezia del 2017.

Così la ricorda Donatella Palermo, produttrice del suo ultimo film “Faith”: "Oggi Valentina non c'è più. È difficile da accettare". E alla fine del film una donna cammina sull'orizzonte e appare una scritta: E non so passare ora a nuoto la notte | ho fatto qualcosa contro la paura | mi sono seduta a scrivere | per chi vorrà sedersi.

Chi è stata Valentina Pedicini e cosa ha realizzato per noi?

"Valentina non ha passato la notte, ma ha scritto i suoi film", queste sono le parole che la produttrice Palermo ha rilasciato all'agenzia Ansa.

Il capolavoro di Valentina Pedicini rimane Dal profondo, documentario prodotto nel 2013 che racconta dell'ultima minatrice italiana accompagnandola nell'oscurità a 500 mt di profondità dentro la terra. Valentina Pedicini, regista di cinema, sceneggiatrice, compagna di viaggi tra Roma e la sua Brindisi.

Con "Faith" ha conquistato il riconoscimento di miglior film documentario al Docs Barcelona 2019. Il suo ultimo film è Faith, acclamato in vari festival internazionali. Anche se nata a Brindisi il suo legame con il Sannio, in particolare con Foglianise da cui provengono il papà Enrico e la mamma Addolorata, era molto forte e si esprimeva attraverso continui soggiorni e incontri anche nelle scuole del territorio beneventano visto il suo impegno nel raccontare con un'abile capacità comunicativa attraverso le immagini, il suono, le voci il mondo che abitiamo e il paesaggio che ci circonda.

Altre Notizie