Vaccini influenzali, la Regione: "Fornitore non ci ha consegnato 350mila dosi"

L'assessore regionale alla Sanità Icardi sul vaccino antinfluenzale

Vaccini antinfluenzali, tre giorni per somministrazione in Sala consiliare agli over 65

Un nuovo punto dove poter fare il vaccino.

"Fino ad oggi - ha sottolineato Icardi - ai medici di base sono state consegnate 820.000 dosi, alle Asl circa 80.000".

Così l'assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, precisando i compiti della Regione Piemonte in merito alla campagna vaccinale antinfluenzale.

Per quanto riguarda la consegna dei vaccini mancanti, il presidente Cirio ha ammesso che le "consegne hanno avuto qualche difficoltà".

In rappresentanza delle farmacie, Massimo Mana, presidente di Federfarma: "Ci siamo impegnati per far arrivare ai medici le dosi fornite dalla Regione: se però il fornitore non manda i vaccini è un problema per tutti". Siamo attoniti, soprattutto alla luce della ultima nota della Ats di Milano che ha comunicato, candidamente e senza pudore, ai medici di medicina generale che "al momento attuale la filiera distributiva del vaccino antinfluenzale presenta disponibilità ridottissime di vaccino over 65, e non presenta altre disponibilità di altri vaccini antinfluenzali o pneumococcici".

In attesa della distribuzione del vaccino anticovid, prosegue e non senza polemiche la campagna vaccinale per abbattere la diffusione dell'influenza. I vaccini sono sempre stati prenotati per tempo dalle più grandi aziende del settore e si sono sempre trovati, sempre. "In particolare abbiamo già vaccinato 183mila persone". "Lavoriamo perché il governo scelga anche l'eccellenza piemontese".

Altre Notizie