Eliseo denuncia frasi 'inaccettabili' Erdogan su Macron

Botta e risposta tra Macron e Erdogan

Scintille tra Parigi e Ankara - Ticinonline

Due settimane fa, lo stesso presidente turco, che da tempo si pone sulla scena internazionale come oppositore principale di Macron, ha denunciato come una provocazione le dichiarazioni del presidente francese sul "separatismo islamista" e la necessità di "strutturare l'islam" in Francia. È stato annunciato anche il richiamo dell'ambasciatore francese ad Ankara per consultazioni. Iniziative simili sono state prese da altri gruppi di distribuzione su larga scala nella regione, come la Suburb Afternoon Association, la Eqaila Cooperative Society e la Saad Al Abdallah City Cooperative Society, che hanno pubblicato fotografie e video che mostrano magazzinieri che rimuovono i prodotti. negozi transalpini.

Parole pronunciate nell'ambito di un discorso televisivo e che hanno suscitato l'immediata reazione dell'ambasciatore di Francia ad Ankara.

"Le parole del presidente Erdogan sono inaccettabili - ha commentato l'Eliseo - l'offesa e la volgarità non sono un metodo". Esigiamo da Erdogan che cambi il corso della sua politica perché è pericolosa da tutti i punti di vista. Il professore di storia è stato attaccato e decapitato a Conflans-Sainte-Honorine, sobborgo di Parigi, il 16 ottobre scorso. Il tutto in segno di protesta per la pubblicazione delle vignette contro maometto di Charlie Hebdo.

Il presidente Macron, in realtà, nel suo discorso faceva riferimento al radicalismo islamico, non all'Islam nella sua interezza.

L'Elysee Palace sottolinea anche le "dichiarazioni molto offensive di Recep Tayyip Erdogan nei giorni scorsi, in particolare sulla richiesta di boicottaggio dei prodotti francesi " Un bando al quale hanno aderito associazioni di commercianti in alcuni paesi del Golfo Persico. L'università del Qatar ha inoltre annunciato la sospensione della Settimana della Cultura Francese. In giornata, anche il primo ministro del Pakistan, Imran Khan, si è scagliato contro il presidente Macron. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. "Non è scoppiata per caso ed è organizzata, dietro ci sono persone di nazionalità turca".

Altre Notizie