Coronavirus in Sicilia, pronta l'ordinanza del governatore Musumeci per il coprifuoco

Restrizioni e Dad in arrivo l’ordinanza di Musumeci

Sicilia, in arrivo ordinanza di Musumeci: dad, capienza trasporti dimezzata, locali chiusi alle 23

Scuole superiori chiuse e dad. Il sindaco di Messina protesta con i commercianti.

Per quanto riguarda la scuola secondaria di secondo grado arriva lo stop alle lezioni in presenza e la correlata adozione della didattica a distanza; per frenare la movida è previsto il divieto di circolazione su aree pubbliche dalle 23 alle 5 del mattino salvo per comprovate esigenze lavorative, di salute o d'urgenza; sul versante del trasporto pubblico su gomma per le linee urbane ed extraurbane viene disposto il dimezzamento dei posti a sedere ed in piedi per i quali i mezzi risultano omologati.

Si tratta di misure non proprio drastiche che vogliono essere una via di mezzo tra rigore e tolleranza. "Restiamo uniti, evitiamo le polemiche, siamo in guerra e bisogna avere lo spirito di sacrificio per rinunciare a qualcosa". Il documento è stato condiviso con il ministro della salute Roberto Speranza, verrà reso noto nelle prossime ore.

Negozi, outlet e centri commerciali resteranno aperti anche la domenica, ma fino alle 14. Ammessa invece, domeniche e festivi, la consegna a domicilio di prodotti alimentari e combustibile per uso domestico e per riscaldamento. In pratica tutti a casa dalle 23 alle 5. Palestre, piscine, strutture termali e centri benessere, invece, saranno aperte dalle 8 alle 20.

L'Asp di Trapani stamattina aveva reperito un posto a Marsala ma quando tutto sembrava pronto, è stato occupato da un altro paziente: i due coniugi quindi rimangono a Trapani, in una situazione di stand by. A Palermo la protesta dei titolari di ristoranti, pub, bar, contro le decisioni del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci attuate per fronteggiare l'emergenza Covid-19.

Il Presidente della Regione Siciliana ha seguito i suoi colleghi prendendo provvedimenti importanti per limitare la diffusione del coronavirus.

"Infine - ha concluso il Dirigente dell'Ufficio scolastico regionale - il breve preavviso non consentirà alle scuole di intervenire tempestivamente e di organizzarsi al fine di rendere fruibile immediatamente per tutti gli studenti la didattica a distanza".

Altre Notizie