Usa, 19enne afroamericano ucciso da polizia in Illinois

Usa 19enne afroamericano ucciso da polizia in Illinois

Immagine di repertorio

Un altro ragazzo afroamericano, un 19enne, è stato ucciso dalla polizia a Waukegan, in Illinois, negli Stati Uniti. Nello specifico un agente avrebbe aperto il fuoco contro un'auto che si era mossa in retromarcia dopo essere fermata per un normale controllo.

Non sembrerebbero esserci dunque motivi razziali alla base della vicenda, così come invece era accaduto in diversi altri episodi che avevano avuto il loro apice mediatico con la morte di George Floyd.

Una prima verifica dell'automobile non ha portato al rinvenimento al suo interno di alcuna arma e la polizia ha reso noto di aver aperto un'inchiesta per fare luce sulle dinamiche della sparatoria.

Nella nota della polizia si legge: "Mentre l'agente usciva dal veicolo e si avvicinava all'auto sospetta, questa ha iniziato ad andare in retromarcia e l'agente ha sparato con la sua semi automatica temendo per la sua sicurezza". Oltre a Marcellis Stinette, la giovanissima vittima di 19 anni, in auto c'era anche Tafara Williams, sua fidanzata e madre di suo figlio. La sua fidanzata, in quel momento in auto insieme alla vittima e alla figlia, è rimasta ferita dagli spari ed è stata trasportata in ospedale per evitare il peggio. In seguito a questo ennesimo caso di violenza, Black Lives Matter ha indetto una nuova manifestazione. "Quando l'ho vista mi ha detto 'Mamma ci hanno sparato per non aver fatto niente", ha detto la madre al Chicago Tribune. Non è ancora chiaro quindi perché la polizia abbia ritenuto l'auto sospetta e perché il presunto pericolo è stato ritenuto tale da portare il poliziotto a sparare.

Altre Notizie