Ricciardi (consigliere Ministro Salute): Tracciamento contagi non sta funzionando

Ricciardi

Ricciardi: "Il tracciamento dei contagi non sta funzionando: si va verso la perdita del controllo"

"Abbiamo indicato chiusure mirate - ha detto Ricciardi - nelle regioni con altissima circolazione del covid, finalizzate a consentire lo svolgimento delle attività scolastiche e produttive".

Per questo la sua proposta all'esecutivo è quella di chiudere, nei territori più colpiti dall'incremento di casi positivi, circoli, palestre, ed esercizi commerciali non essenziali.

Inoltre "lo smart working dovrebbe diventare la forma ordinaria di lavoro in tutto il Paese". Oltre alla possibilità di un coprifuoco, si pensa anche alla chiusura delle regioni con un indice di contagio superiore a 1.

Lo stesso Ricciardi ha lanciato un altro monito sulla non capacità delle aziende sanitarie di tracciare i contagi. "C'è un problema serio, non dobbiamo nasconderlo", ha concesso il ministro, "ci sono istituzioni, scienziati che stanno lavorando: facciamo le cose per bene". La strategia di contenimento del virus non sta funzionando poiché in molte Regioni è in atto: "Il mancato o ritardato rafforzamento dei Dipartimenti di prevenzione, a causa del basso numero di medici igienisti a disposizione, e ai migliaia di focolai in atto (4.913 focolai attivi, dei quali 1.749 nuovi)".

Ricciardi, visto l'aumento dei contagi in tutta Italia e il 30% dei posti di terapia intensiva occupati dai pazienti Covid, si è soffermato sul sistema di tracciamento dei contagi, che per lui non sta funzionando a dovere. Nel prossimo mese di novembre rischia di raggiungere valori critici in alcune Regioni, secondo il monitoraggio del ministero della Salute-Iss. Aumentano i probabili focolai in ambito scolastico, anche se la trasmissione intra-scolastica rimane complessivamente limitata. Il nuovo record di 8.804 nuovi infetti, individuati grazie al livello massimo di tamponi, quasi 163 mila, porta anche il raddoppio delle vittime giornaliere, da 43 a 83.

Altre Notizie