Vaccino anti-Coronavirus, Eli Lilly sospende la sperimentazione: "Preoccupazioni sulla sicurezza"

Eli Lilly ha sospeso i test su un trattamento contro il coronavirus con anticorpi monoclonali

Covid, per motivi di sicurezza si fermano anche i test per gli anticorpi della Eli Lilly

L'antidoto creato da Eli Lilly ricorre all'uso di anticorpi monoclonali, un trattamento simile a quello sviluppato dalla casa farmaceutica Regeneron alla cui terapia è stato sottoposto l'inquilino della Casa Bianca dopo che è stato trovato positivo al Covid-19 e la cui approvazione era data per imminente. Molly McCully, portavoce di Eli Lilly, ha confermato la pausa nei test: "La sicurezza è della massima importanza per Lilly. Lilly sostiene la decisione del DSMB indipendente per garantire in via precauzionale la sicurezza dei pazienti che partecipano a questo studio", ha affermato la società nella dichiarazione.

Si tratterebbe in particolare dell'azienda Eli Lilly, la quale lo scorso martedì avrebbe sospeso la fase 3 di sperimentazione (su larga scala) degli anticorpi anti-covid nei pazienti ospedalizzati, per motivi "non ben specificati", nonostante le prime fasi non avessero mostrato alcun effetto collaterale. Le interruzioni hanno lo scopo di consentire a un comitato indipendente di esperti di esaminare i dati e determinare se l'evento possa o no essere collegato alla sperimentazione o se è casuale. È una delle numerose sperimentazioni in corso, nell'ambito del programma "Activ" del National Institute of Health, progettato per accelerare lo sviluppo di trattamenti vaccinali in collaborazione con l'industria farmaceutica. Tutti i volontari hanno ricevuto anche il Remdesivir, un altro farmaco sperimentale, ma non è ancora noto l'esito della sperimentazione. La notizia ha significato un calo in Borsa del 2,9%.

Altre Notizie