Lire rare: valgono fino a 4.500 euro le dieci lire del 1947

Fino a 4.000 euro per queste vecchie lire! Attenzione se ne avete conservate

Lire rare: valgono fino a 4.500 euro le dieci lire del 1947

Alcune monete, infatti, valgono quattrini senza che lo sappiamo. Ma quali sono quelle che meritano di essere veramente venerate all'interno delle nostre teche da collezionista oppure vendere a chi le colleziona portando nel portafoglio tanti soldini?

Cosa sono le monte rare?

Anche le 5 Lire del 1956 sono rare.

La moneta da 10 lire del 1947 è il pezzo più raro da trovare.

E' la prima moneta da dieci lire della Repubblica Italiana. Sono, infatti, tra le monete lire di valore quelle più ricercate dai collezionisti. All'epoca furono coniate solo 400.000 pezzi, ecco perché il loro valore può superare i 1.700 euro a pezzo.

Altra moneta da 5 lire che può valere una piccola fortuna è quella con il delfino: se datata 1955 e conservata perfettamente vale fino a 2000 euro (di questa moneta furono coniati solo 400mila esemplari e proprio per questo sono rare). E' stato segnato come R3 e può davvero valere una fortuna. La moneta può essere venduta in buone condizioni per circa 1.700 euro, nello stato di Splendido poco meno di 3.000 euro, mentre a Fior de Cuneo può valere più di 4.500 euro.

La prima moneta da 10 lire ha visto la luce nel 1946. Sull'altro fronte troviamo Pegasus, il cavallo alato. La moneta è composta da una lega chiamata Italma, misura 29 millimetri e pesa 3 grammi. L'anno successivo fu poi introdotta la 10 lire Spighe. Il primo pezzo, il pezzo di prova, ha l'iscrizione PROVA incisa nell'angolo inferiore destro della facciata che mostra l'olivo.

Controllate fra le monete da 100 Lire, quelle coniare nel 1955 possono avere un valore di 1200 euro nonostante siano stati coniati circa 9 milioni di esemplari.

Altre Notizie