Bubka, record battuto Duplantis salta 6.15 metri

Nell'asta, Armand Duplantis (già primatista assoluto con 6,18 indoor) salta 6,15 e batte di un centimetro il record outdoor di Sergei Bubka, risalente al 1994. Al Golden Gala di Roma, lo svedese ha superato il primato di Sergey Bubka che resisteva dal 1994 saltando all'altezza di 6.15, un centimetro in più dello 'zar volante', al quale apparteneva anche il record del Golden Gala nel 1984. "È strano, uno non si abitua mai al record del mondo". Primo tentativo nullo di poco, nel secondo l'asticella rimane su: Duplantis urla già in fase discendente per un record del mondo, non valorizzato da un'Olimpico senza pubblico, ma che fa ugualmente la storia.Vuoi la tua pubblicità qui? Terzo posto nei 100 metri per Tortu. Sono felice per lui e i suoi genitori. "Sono soddisfatto di aver chiuso qui e così l'anno". Gli azzurri fanno festa anche con Edoardo Scotti (Carabinieri), ventenne, che regala all'Italia il successo in Wanda Diamond League, per la prima volta nei 400 metri, con il primato italiano under 23 di 45.21.

Yeman Crippa completa il "triplete" di record italiani nel mezzofondo, diventando il dominatore incontrastato dei 3000 metri dopo essersi impadronito dei primati dei 5000 (a Ostrava la settimana scorsa) e dei 10000 (a Doha nella finale mondiale 2019). Gianmarco Tamberi si ferma al secondo gradino del podio con la misura di 2.27 nel salto in alto, gara vinta dall'ucraino Protsenko. 7° l'altro giovane azzurro Vladimir Aceti (46.28). Nelle altre gare, da segnalare la vittoria dell'ucraina Yuliya Yevchenko nell'alto donne (1.98), delle altre olandesi Lieke Klaver e Femke Bol rispettivamente nei 400 e nei 400 ostacoli (50.98 il tempo della prima, 53.90 quello della seconda), del norvegese Karsten Warholm nel 400 ostacoli uomini (47.07), dell'americano Nick Ponzio nel getto del peso uomini (21.09 - terzo l'azzurro Leonardo Fabbri con 20.69), dei britannici Andrew Pozzi e Jemma Reekie rispettivamente nei 110 ostacoli uomini (13.15) e negli 800 donne (1:59.76) e, infine, della giamaicana Elaine Thompson nei 100 donne (10.85). La gara è stata vinta dal sudafricano Akani Simbine con un ottimo 9.96 davanti all'ivoriano Arthur Cissé (10.04).

Altre Notizie