Salvini "Governo vada a casa indipendentemente dalle Regionali"

Fondi Lega il bancario si difende “Ho agito per amicizia”

Giorgia Meloni da giovane, irriconoscibile. E spunta l’ipotesi ritocchino

"Se avessi i sintomi sarei il primo a correre a farmi tutti i controlli del caso". La solita, sterile, infantile provocazione di cattivo gusto, buttata lì quando gli argomenti sono pochi, ma che ha la non trascurabile colpa di alzare la temperatura del dibattito, legittimare il clima di odio e incitare alla violenza.

Matteo Salvini sui novax conferma la linea del partito: "Ritengo che mamma e papà debbano essere liberi di scegliere".

"Mascherina si o no?". "Conto di non prenderlo il Covid. Comunque ne parlerò con il mio medico, non in televisione", taglia corto. Sulla mascherina però precisa: "In tutti i luoghi in cui è necessario metterla è importante farlo". Mia figlia oggi è entrata in classe con la mascherina, quando la porto sulle giostre metto la mascherina e quando entro in un bar metto la mascherina. "Come è giusto che sia". Il Covid esiste e purtroppo tante famiglie ne hanno pagato le conseguenze. E ancora: "I contabili della Lega Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni raggiungono subito i piani altissimi della politica a Roma nelle giornate del 26 e 27 maggio, ed è facilmente immaginabile la reazione e la capacità di inquinamento probatorio di persone tanto infiltrate nelle istituzioni".Parole che per i pm si riferiscono al "riservato incontro tenutosi in Roma" a fine maggio e a "fibrillazioni ai piani alti della politica". "Non si può vivere di paura e di distanza", afferma. "Bisogna portare rispetto a migliaia di morti e al lavoro dei medici, ma il termine negazionista non mi piace perché ricorda la follia dei lager nazisti e comunisti e dei campi di sterminio".

Infine, un commento sulla scuola. "Azzolina per la scuola, Lamorgese per gli sbarchi o Bellanova per l'agricoltura non stanno dando agli italiani le risposte che si attendono, ma a prescindere dalle elezioni".

Altre Notizie