Musei, 13 nuovi direttori selezionati con un bando internazionale

Musei 13 nuovi direttori selezionati con un bando internazionale

Musei, 13 nuovi direttori selezionati con un bando internazionale

"Tredici importanti realtà del patrimonio culturale italiano hanno ora un direttore selezionato tra i massimi esperti internazionali con un metodo innovativo che sta contribuendo con successo alla modernizzazione del sistema museale nazionale", ha dichiarato il Ministro Dario Franceschini nel dare l'annuncio.

La commissione ha valutato 425 candidati e selezionato i direttori dei tredici istituti culturali statali dotati di autonomia messi a bando con la procedura di selezione internazionale dello scorso gennaio.

Il Ministro Franceschini ha scelto i direttori dei 3 musei di I fascia (Galleria Borghese, Museo Nazionale Romano, Vittoriano e Palazzo Venezia) tra le terne di candidati individuati dalla Commissione per ogni singolo istituto;Il Direttore Generale Musei, Massimo Osanna, ha scelto i direttori dei 9 musei di II fascia (Galleria nazionale delle Marche, Museo archeologico nazionale di Cagliari, Museo nazionale d'Abruzzo, Museo nazionale di Matera, Palazzo Dicale di Mantova, Palazzo Reale di Napoli, Parco Archeologico di Ostia antica, Parco archeologico di Sibari, Pinacoteca Nazionale di Bologna) tra le terne di candidati individuati dalla Commissione;La Direttrice Generale Biblioteche, Paola Passarelli, ha scelto il direttore della Biblioteca e Complesso monumentale dei Girolamini tra i nomi della terna indicata dalla Commissione.

Il museo della Galleria Borghese custodisce ed espone in 20 sale affrescate una collezione di sculture, bassorilievi e mosaici antichi, nonché dipinti e sculture dal XV al XIX secolo. Professoressa ordinaria di Storia dell'arte moderna all'Università di Ferrara, già membro del Comitato scientifico della Galleria Borghese, da anni direttore scientifico della Fondazione Ermitage Italia, Francesca Cappelletti è uno dei nomi più blasonati di questa nuova lista di direttori, nota anche per aver "riscoperto" un Caravaggio, restituendo a Michelangelo Merisi, grazie ai suoi studi sul collezionismo, la paternità della "Cattura di Cristo", oggi esposta alla National Gallery di Dublino. Di elevato livello scientifico formativo, vanta un'importante e pluriennale esperienza nella curatela di mostre in Italia e all'estero.

Stéphane Verger dirigerà il Museo Nazionale Romano, articolato nelle sedi di Palazzo Massimo, Terme di Diocleziano, Palazzo Altemps e Crypta Balbi. Directeur d'ètudes I classe all'Ecole Pratique des Hautes Etudes (Paris), è membro del Consiglio scientifico del Musèe du Louvre.

Edith Gabrielli (Roma, 1970), è storica dell'arte e ha ricoperto l'incarico di direttrice della Direzione regionale Musei del Lazio. Prima di diventare direttrice dei Girolamini era direttrice della Direzione regionale Musei Calabria, storica dell'arte. Da anni nella pubblica amministrazione, è da tempo dirigente pubblico di alto livello professionale e scientifico nel campo della storia dell'arte, della gestione, tutela e valorizzazione del patrimonio culturale in ambito statale.

Antonella Cucciniello è la nuova direttrice della Biblioteca e Complesso monumentale del Girolamini di Napoli, una delle più importanti concentrazioni culturali della città.

Anche la Galleria Nazionale delle Marche di Urbino ha un nuovo direttore: è Luigi Gallo, storico dell'arte e curatore presso le Scuderie del Quirinale.

Stefano L'Occaso (Roma, 1975), storico dell'arte, restauratore, esperto di arte del Cinquecento oltre che della storia dell'arte mantovana, specialista di Giulio Romano. Di elevato livello professionale e scientifico vanta una pluriennale esperienza di alta qualità nell'ambito della ricerca storico artistica e un'esperienza internazionale nel settore delle mostre con marcata attenzione alla ricerca. Archeologo del MiBACT con responsabilità direttive presso il Parco Archeologico di Pompei.

Maria Grazia Filetici è la nuova direttrice del Museo Nazionale d'Abruzzo dell'Aquila. Ha grande esperienza nel campo della gestione di progetti complessi, della tutela, della conservazione e restauro architettonico e valorizzazione del patrimonio culturale in ambito statale.

Annamaria Mauro è la nuova direttrice del Museo Nazionale di Matera. Ha lavorato alla Soprintendenza della Lombardia (dove ha diretto la Biblioteca della Soprintendenza archeologica), al Polo Museale della Campania (è stato direttore di Castel Sant'Elmo), a Pompei. È stato inoltre storico dell'arte presso il Museo e Real Bosco di Capodimonte. Direttore della Domus Aurea, archeologo. Vanta una rilevante attività di ricerca e di gestione museale in ambito nazionale. A dirigerlo sarà Filippo Demma, archeologo del MiBACT con responsabilità direttive presso il Parco Archeologico dei Campi Flegrei, con esperienze variegate, incluse quelle per i siti archeologici subacquei.

Sul tema interviene anche l'assessore alla cultura del Comune di Ferrara Marco Gulinelli: "Concordo con il presidente di Ferrara Arte Vittorio Sgarbi sulla nomina di Maria Luisa Pacelli a un ruolo così prestigioso quale è la direzione della Pinacoteca di Bologna, ricordando che Maria Luisa Pacelli è una dipendente del Comune di Ferrara".

Altre Notizie