Coronavirus: mangiare al ristorante è l'attività più a rischio

Coronavirus: mangiare al ristorante è l'attività più a rischio

Covid-19, bimbi infettati all'asilo hanno contagiato i genitori

È quanto emerso da un recente studio americano realizzato dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, il cui team di esperti ha preso in esame un campione di 150 persone risultate positive al Coronavirus, nel mese di luglio, in dieci diversi stati. Anche qui ci sarebbe da ridire, perché in Italia e, più in generale in Europa, dove le norme anti-contagio sono state applicate costantemente e precedentemente agli States, nessuna ricerca ha mai dimostrato un rischio del genere (specialmente se su un campionamento così ridotto). Ma chi ha mangiato al ristorante ha mostrato una probabilità doppia di contagio. Parlando sempre in termini di probabilità, lo studio ha inoltre evidenziato che non sono state riscontrate differenze significative tra i due gruppi in riferimento ad altre attività, come fare shopping, andare in ufficio oppure dal parrucchiere, dove le mascherine vengono sempre indossate a differenza dei locali dove si consumano cibi o bevande. Chi, invece, era stato in un ristorante presentava il doppio del rischio di contagio.

"L'esposizione al virus al ristorante è stata legata alla circolazione dell'aria. Le mascherine non possono essere indossate mentre si mangia o si beve, mentre altre attività, come lo shopping, non le precludono" hanno scritto gli autori dello studio. Il consiglio, di conseguenza, è di prestare molta attenzione e di rispettare tutte le regole ogni volta che si va a mangiare fuori.

Altre Notizie