11 settembre, la memoria per tutelare la democrazia

Il virus cambia anche l’11 settembre

Accadde oggi, 11 settembre: l'attentato alle Torri Gemelle

Il Terrorismo più crudele e sanguinariofece il suo ingresso nel terzo millennio e dimostrò ai Paesi occidentali che nessuno era al riparodalle Leggi violenti di Al-Quaeda e che tutti, uomini e città, potevano diventare macerie comequelle che avevano prodotto le morti nel cuore di New York.In quei giorni di dolore tutti eravamo americani, tutti eravamo uniti contro le guerre ingiuste di unTerrorismo letale capace ormai di trascinare il mondo verso la fine.

L'11 settembre 2001 negli Stati Uniti 4 aerei di linea furono dirottati da 19 terroristi appartenenti al gruppo terroristico di estremisti islamisti di al-Qaeda. Le prime avvisaglie c'erano già state quando a New York i due fasci di luce che simboleggiavano le Torri Gemelle erano stati quasi cancellati in nome della sicurezza.

L'America si fermò e si fermò il mondo intero. I detriti e gli incendi causarono in seguito il crollo parziale o totale di tutti gli altri edifici del complesso del World Trade Center. Il quarto aereo, diretto contro il Campidoglio o la Casa Bianca a Washington, si schiantò in un campo vicino a Shanksville, nella Contea di Somerset (Pennsylvania), dopo che i passeggeri e i membri dell'equipaggio tentarono, senza riuscirci, di riprendere il controllo del velivolo.

Oggi al Consolato Generale d'Italia a New York si procede con la lettura dei nomi delle vittime italiane e italo americane. Il vicepresidente Mike Pence è atteso per entrambi i ricordi a New York, mentre il presidente Donald Trump e lo sfidante democratico Joe Biden hanno in programma di recarsi al Flight 93 National Memorial in Pennsylvania. Innanzitutto ai ragazzi e ai bambini va fatto capire il lutto, va elaborato insieme a loro per consentirgli di ottenere le risposte che cercano, va anche fatto capire che la storia fa parte delle vite di tutti, quindi è importante conoscerla e rispettarla, ma soprattutto imparare da essa per cercare di creare un mondo migliore, dove gli esseri umani si rispettano e rispettano il mondo in cui vivono. Alcuni ritengono giusto che le celebrazioni siano ridimensionate a causa del Coronavirus, altri temono che il virus abbia cambiato la percezione di quanto accaduto e che, pur avendo giurato il contrario, il Paese stia iniziando a dimenticare.

Le Organizzazioni mondiali impegnate nei luoghi di guerra hanno spesso come obbiettivo principale la salvezza di questi bambini e ragazzi sfortunati, ma la tragedia è così grande che servono molti più sforzi comuni e individuali per ridare il sorriso a questi bambini e alle loro famiglie.

Anche quest'anno sono iniziate in un silenzio irreale le commemorazioni per l'11 settembre. Anche il Pentagono fu colpito e complessivamente persero la vita più di 3000 persone.

Altre Notizie