NBA, LeBron: "Trump non ci guarda? Chi se ne frega!"

LeBron

NBA, LeBron: "Trump non ci guarda? Chi se ne frega!"

I risultati della notte italiana tra giovedì 6 agosto e venerdì 7 agosto ha visto in scena lo svolgersi di sei partite della regular season NBA 2019/2020. La spuntano dunque gli Houston Rockets, grazie ai 39 punti, 12 assist e 8 rimbalzi di James Harden; i Lakers erano senza la loro stella Lebron James e hanno giocato principalmente con le seconde linee.

Damian Lillard trascinatore della squadra. I Clippers tengono a bada l'attacco di Dallas e vincono con i 29 di Leonard. Milwaukee rimonta 23 punti e ribalta Miami grazie ai 66 della coppia Giannis-Middleton. "Posso parlare per tutti noi che amiamo questo gioco e rispondere che non ce ne potrebbe importare di meno". La squadra di coach D'Antoni mette altre 21 triple e distribuisce 26 assist su 36 canestri segnati, sopperendo con il movimento di palla all'assenza di Russell Westbrook per una contusione al quadricipite destro.

Portland approfitta dell'ennesimo passo falso di Memphis per portarsi a mezza gara di distanza dai Grizzlies: ormai è quasi certo che ci sarà uno spareggio play-in per poter sfidare i Los Angeles Lakers al primo turno di playoff.

Il protagonista della sfida è uno e solamente uno: Damian Lillard.

Una grande prestazione di Lillard permette ai Portland Trail-Blazers di battere i Denver Nuggets 125-115, 45 punti e 12 assist per lui. Non ottima come nelle partite precedenti la prestazione di T.J.

Per i Nuggets, che erano in back-to-back dopo aver vinto con San Antonio, c'è un'altra ottima prova di Michael Porter Jr. Il centro serbo infatti si ferma a soli 8 punti in meno di 24 minuti, pur distribuendo la bellezza di 13 assist per i suoi compagni. Per i Pacers stasera non bastano un Brogdon da 25 punti e un Myles Turner da 17 e 8 rimbalzi. Reduce dalla tripla doppia contro Sacramento, Luka Doncic si ferma "solo" a 29 punti con 6 assist e 6/13 dalla lunga distanza. Per Dallas, Kristaps Porzingis sferra 30 punti, 9 rimbalzi e 5 assist.

I Bucks venivano prima della partita da due sconfitte consecutive, ma avevano già quasi assicurato il primo seed ad Est.

A guidare la squadra di Buldenholzer ci sono i soliti Antetokounmpo (33 punti e 12 rimbalzi in 30 minuti sul parquet) e Middleton (33 punti con il 64,3% di tiro dal campo), che riescono a far assicurare a Milwaukee il primo seed nella Eastern Conference. Gli Heat mandano sette giocatori in doppia cifra, guidati dai 21 di uno splendido Duncan Robinson (5/9 da tre). Per Sacramento, Bogdan Bogdanovic dilaga con 35 punti, 4 rimbalzi e 3 assist, nei Pelicans, Brandon Ingram raggiunge 24 punti, 3 rimbalzi e 3 assist.

Altre Notizie