Coronavirus, in Belgio è arrivata la seconda ondata

"E' chiaro - ha poi aggiunto, sottolineando che per "un ritorno alla vita normale servirà qualche mese di pazienza supplementare" - che noi siamo nella seconda ondata". Il numero di infezioni è in crescita già da alcune settimane ed ormai la tendenza sembra quella di una nuova piccola crescita di casi di Covid-19 nelle prossime settimane. Non sappiamo quanto durerà e quanto saliranno le curve. Ad affermarlo è il virologo Steven Van Gucht, dell'Istituto di sanità belga Sciesando, nel corso di un'intervista al quotidiano Het Laatste Nieuws. "Il Belgio è ufficialmente nella seconda ondata Covid", ha riferito l'esperto.

"I patrioti indossano la mascherina": e' il titolo di una e-mail a firma Donald Trump inviata ai suoi fan.

Dopo inizialmente sottovalutato il coronavirus, nella seconda metà di marzo, il forte aumento delle infezioni ha convinto il governo belga a lanciare restrizioni sempre più severe, fino a confinamento simile a quello italiano: restano aperti solo negozi di alimentari, farmacie e altre attività ritenute essenziali. Lo riporta il Guardian. Sono 106-330 i casi di Covid-19 nelle Filippine che rischia di diventare il Paese più colpito nel sud-est asiatico superando l'Indonesia. Mentre i decessi sono 2,4 al giorno. I test effettuati sono ancora molto pochi.

Altre Notizie