Scuola, approvate le linee guida per gli alunni 0-6 anni

Scuola, approvate le linee guida per gli alunni 0-6 anni

Scuola, approvate le linee guida per gli alunni 0-6 anni

Via libera in Conferenza Unificata al Documento di indirizzo e orientamento per la ripresa delle attività in presenza dei servizi educativi e delle scuole dell'infanzia per la fascia 0-6.

Dopo l'incontro al Ducale la ministra ha visitato l'istituto nautico San Giorgio: "Abbiamo accompagnato la ministra Azzolina in visita all'Istituto Nautico Statale San Giorgio, per conoscere le esigenze, problematiche e peculiarità di questo importante Istituto genovese - fanno sapere il vicecapogruppo regionale Andrea Melis insieme ai consiglieri comunali Maria Tini e Fabio Ceraudo - Una visita mirata sul territorio voluta per prendere contatto e approfondire le proposte e le criticità anche di altri istituti scolastici del sistema ligure che si stanno predisponendo al nuovo anno scolastico". Inoltre, è previsto un maggiore utilizzo degli spazi esterni e la riconversione di tutti gli spazi disponibili, mediante anche punti di ingresso e uscita differenziati.

Per favorire le misure organizzative idonee alla limitazione del contagio, si potrà tenere un registro delle presenze delle eventuali persone che accedono alla struttura.

L'igiene personale, anch'essa elemento caratterizzante del percorso educativo dei bambini all'interno dei servizi educativi e di istruzione, dovrà essere integrata nelle routine che scandiscono normalmente la giornata dei bambini per l'acquisizione di corretti e rispettosi stili di comportamento, compatibilmente con l'età e con il loro grado di autonomia e consapevolezza. Previste le mascherine solo per il personale.

"Si tratta di un altro tassello importante in vista della ripresa di settembre - ha commentato la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina -". Mentre ai genitori degli studenti dice: "Voglio tranquillizzarli rispetto a un'informazione spesso distorta, riporteremo a scuola gli studenti dal 14 settembre e dal primo riporteremo tutti gli studenti e le studentesse che hanno bisogno di recuperare o approfondire rispetto all'anno appena concluso, è stato come per l'esame di maturità, c'è stata una campagna mediatica contro gli esami di Stato, si diceva che non li avremmo portato a termine, che si sarebbero ammalati tutti e invece è andato tutto molto bene". Lo scopo è garantire la sicurezza dei più piccoli. "Continueremo a impegnarci per garantire il benessere di ogni bambino e allo stesso tempo la salute di tutti".

Altre Notizie