Coronavirus, contagi in aumento e nuove misure di sicurezza in Grecia

Sono 78 i nuovi casi nelle ultime 24 ore

Sono 78 i nuovi casi nelle ultime 24 ore

La Grecia ha finora registrato 296 decessi da coronavirus su una popolazione di 10,5 milioni di abitanti, uno dei tassi di mortalità più bassi d'Europa. Ma adesso, probabilmente con l'intensificarsi estivo del viavai di turisti, sono aumentati i contagi. Venerdì 31 luglio si sono contati 110 nuovi contagi che è il numero più alto dalla fine del lockdown che in Grecia è stato allentato il 4 maggio. Ma sono in aumento. Così è scattato l'allarme e con esso tutte le misure per contenere il propagarsi del virus. Per far fronte all'aumento dei contagi, il governo ha esteso da sabato l'obbligo di indossare le mascherine in tutti i luoghi pubblici al coperto, ad eccezione per i bambini di età inferiore a 3 anni e delle persone con problemi di salute.

La decisione è stata presa su suggerimento del vicecapo della Protezione Civile greca, Nikos Hardalias, che ha appunto annunciato il divieto di assembramenti in Grecia dal 3 al 9 agosto nei locali al chiuso oltre a raccomandare l'utilizzo delle mascherine anche all'aperto nel momento in cui risulti impossibile garantire il distanziamento sociale.

Nei luoghi di intrattenimento, inoltre, fino al 9 agosto sarà vietato restare in piedi: soltanto seduti e a distanza di sicurezza. Sospese poi le visite negli ospedali e nelle case di riposo fino a Ferragosto, mentre per matrimoni, battesimi e feste religiose ci sarà un limite di partecipanti (cento).

Altre Notizie