Coronavirus, Boccia: "Migranti falso problema, 75% contagiati da italiani"

Migranti e coronavirus Boccia Sbagliato guardare alle frontiere. Il 75% dei positivi sono italiani

Coronavirus, Boccia: "Migranti falso problema, 75% contagiati da italiani"

"È sbagliato guardare alle frontiere - ha aggiunto il ministro -". "Gli unici vincoli che il governo pone sono distanziamento sociale, mascherina e lavaggio delle mani".

Per il premier Giuseppe Conte, però, Salvini diffonde notizie false, creando sfiducia nei cittadini e lavorando contro l'interesse nazionale. Lo dice il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia che, intervistato dal 'Corriere della sera', nega che l'esecutivo abbia di mira più la ripresa economica che la salute collettiva. Un tema che Salvini vuole cavalcare per la sua campagna elettorale e che anche la Meloni intende sfruttare.

A tal proposito Boccia riporta qualche dato, così da smentire le dichiarazioni di Salvini.

Boccia rileva alcuni dati: "1.500 positivi in Spagna, 1.300 in Francia, 950 in Germania e 295 in Italia". Quanto ai positivi stranieri salvati in mare, "vengono tutti sottoposti a test e tamponi e molti ripartono immediatamente".

"Il 75% dei positivi -ricorda- sono italiani, contagiati da altri italiani". Il che già dovrebbe far riflettere: significa che il 25% dei contagi non è riferibile a connazionali, e non sembra una cifra da poco (considerando che, fino a prova contraria, siamo in Italia). Parole alle quali ha replicato la Lega, con un tweet sull'account ufficiale del partito.

Boccia ha sottolineato che "si passa dalle feste senza regole all'imprenditore irresponsabile che, tornato dall'estero, è andato in giro con i sintomi", facendo riferimento all'uomo che provocò nei giorni scorsi un nuovo focolaio in Veneto. "Se si rispettano le regole mettiamo le reti sanitarie nella condizione di intervenire in tempo reale, se invece le violiamo danneggiamo gli altri", aggiunge il ministro. Ed è per questo che "l'Italia è ultima in Europa per numero di contagi, un Paese modello nel mondo".

Altre Notizie