Saldi al via in tutta Italia

Saldi 2020 Confesercenti vendite di fine stagione più convenienti e lunghe di sempre per superare le difficolt

Domani il via ai saldi, ma i commercianti sono preoccupati

Dopo le partenze in anticipo di Sicilia, Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Molise e Piemonte, in tutte le altre regioni d'Italia è previsto per domani, 1 agosto, l'avvio dei saldi nel rispetto dell'indirizzo della Conferenza delle Regioni.

Saldi estivi finalmente al via.

Secondo il consueto sondaggio Confesercenti-Swg sui saldi di fine stagione, condotto su un campione di mille consumatori e di 600 imprese del commercio di abbigliamento e calzature, le prospettive sono timidamente positive, con un interesse dei consumatori in crescita: 6 italiani su 10 hanno già deciso di acquistare (o già acquistato, nelle regioni in cui le vendite sono già partite). La scelta di posticipare i saldi, però, ha diviso i commercianti: il 50% condivide lo spostamento, mentre il 33% si è detto contrario. Le restrizioni del coronavirus hanno comunque avuto grande impatto e la decisione di spostare avanti di un mese i saldi non ha trovato tutti i negozianti concordi e in molti hanno avviato promozioni e pre-saldi.

In tempo di saldi, ricordiamo sempre, che per evitare problemi, è sempre consigliabile verificare che le svendite siano rese note attraverso un cartello apposto nel locale e ben visibile all'esterno, presente da almeno tre giorni prima dell'inizio dei saldi. Con buone previsioni per i negozi indipendenti: il 29% segnala di voler compiere qui i propri acquisti, una quota di poco inferiore a chi sceglie le grandi catene (33%).

"Il Comune di Pescara ha concesso la gratuità del parcheggio per favorire a tutti di arrivare a fare shopping e anche riguardo le misure anti Covid l'allungamento degli orari di apertura dei negozi fino a tarda sera consentirà a tutti di fare acquisti senza assembrarsi in piena tranquillità e nel rispetto delle norme e delle distanze". Scarpe e magliette saranno i prodotti più ricercati: le calzature sono nella lista degli acquisti da fare del 56% dei consumatori che parteciperanno ai saldi, il 48% per le magliette. Seguono, nei desideri dei clienti, camicie e camicette (indicate dal 32%), intimo (26%) e costumi (18%).

Altre Notizie