MotoGP, cancellati i GP di Argentina, Thailandia e Malesia

MotoGP Sepang

Gara MotoGP 2019 a Sepang

Stando a quanto annunciato dagli organizzatori del Mondiale dunque per completare definitivamente il calendario della stagione 2020 manca soltanto da annunciare l'evento conclusivo della stagione (nel week end del 22 novembre) che comunque sarà sempre in Europa.

Il coronavirus ha costretto a fare delle modifiche al calendario della MotoGP 2020: la Fim e la Dorna hanno annunciato infatti la cancellazione dei Gran Premi di Argentina, Thailandia e Malesia.

La MotoGP per quest'anno correrà solamente in Europa.

Le difficoltà dovute all'epidemia, tra restrizioni e difficoltà economiche, hanno spinto la Dorna e la FIM per una decisione inevitabile. Con piani in atto per accogliere i tifosi all'autodromo di Termas de Rio Hondo e al Sepang International Circuit.

"È con grande tristezza che annunciamo la cancellazione dei Gran Premi di Argentina, Thailandia e Malesia di questa stagione e mancheranno molto nel calendario 2020". La passione dei tifosi che spesso viaggiano attraverso i continenti per godersi il MotoGP con noi a Termas de Rio Hondo, Buriram e Sepang è incredibile, creando così un'incredibile atmosfera e un'accoglienza per questo sport. Tuttavia, siamo lieti di rivelare il nostro nuovo accordo che vedrà il MotoGP™ a Buriram almeno fino al 2026 e non vediamo l'ora di tornare in Thailandia, Argentina e Malesia l'anno prossimo.

A seguito di questi forfait, le autorità della MotoGP hanno comunicato che il motomondiale di quest'anno sarà composto da 15 Gran Premi, con un'altra tappa europea da essere aggiunta dopo quella doppia di Valencia. "Tuttavia siamo lieti di rinnovare il nostro accordo con Buriram fino al 2026 e non vediamo l'ora di tornare in Argentina, Thailandia e Malesia nel 2021". Se viene confermata la notizia, sarebbe il ritorno del motomondiale in Portogallo per la prima volta dal 2012, ultimo anno di scena del tracciato di Estoril.

Altre Notizie