Eurozona, calo record del Pil, -12% nel secondo trimestre

Eurozona tracollo del PIL ma l'inflazione avanza

Eurozona: tracollo del PIL, ma l'inflazione avanza

La contrazione è stata leggermente più pronunciata rispetto alle attese di mercato, che prevedevano una flessione pari al 12,0% e segue un calo record del Pil pari al 3,6% del primo trimestre. Il bilancio complessivo è stato del -12,1% nell'Eurozona e del -11,9% nell'Ue.

L'indice dei principali prezzi invece ha registrato un +1,2%.

Anche il PIL dell'Unione Europea ha visto una diminuzione anno su anno del 14,4 per cento nel secondo trimestre dell'anno, che è il calo più marcato dal 1995, ha detto Eurostat in un comunicato stampa.

L'economia della zona euro ha riportato la peggiore contrazione di sempre nel secondo trimestre, mentre l'inflazione ha registrato un lieve e inatteso aumento.

Da quantificare quanto questo potrà incidere negativamente anche sul Pil europeo. Il fatto stesso che i turisti Usa quest'anno non possano venire in Europa è un danno già adesso evidente per molti Paesi dell'Ue.

Altre Notizie