Bill Clinton nega, "mai stato" sull'isola di Epstein

La verità di Ghislaine Maxwell tremano vip e potenti

Usa: Epstein a Maxwell, vai a testa alta, non come fuggitiva - Mondo

Ha confermato che Epstein si vantava che Clinton gli dovesse dei favori, anche se ha aggiunto che non poteva dire se Epstein fosse serio nell'affermarlo, osservando che "avrebbe riso". "Lo disse con una risata" ha spiegato Virginia Giuffre che non ha mai ricevuto una spiegazione sull'entità dei favori in questione: "Non l'ho mai saputo".

GUARDA ANCHE: Ghislaine resta in carcere.

Alla domanda dell'avvocato se ci fossero state orge nell'isola, Giuffre risponde "sì" e conferma che Clinton si trovava sull'isola con "Queste due ragazze giovani di New York". Mi ha detto molto tempo fa che tutti gli devono dei favori.

L'amicizia tra Clinton e Epstein è comunque stata al centro delle discussioni già diverse volte in passato. Giuffre ha raccontato che sull'aereo salivano spesso personaggi famosi, inclusi l'ex vicepresidente Al Gore e le modelle Naomi Campbell e Heidi Klum. Ma ha riconosciuto di aver volato con Epstein sul suo jet privato in quattro viaggi dal 2002 al 2003, che "includeva soste in relazione al lavoro della fondazione Clinton".

Una serie di documenti giudiziari recentemente divulgati riguardo una causa per diffamazione civile del 2015 contro Ghislaine Maxwell, complice del defunto finanziere e condannato per reati sessuali Jeffrey Epstein, sembra fare luce su alcuni dei visitatori dell'isola dei Caraibi di proprietà dello stesso Epstein.

In una email del 25 gennaio 2015 "Jeffrey" scrive a una "GMax" evidentemente preoccupata: "Esci e cammina a testa alta, non agire come un criminale in fuga".

Secondo la Giuffre, Epstein e la Maxwell le fecero pressioni affinché avesse rapporti sessuali con ricchi e potenti personaggi, tra i quali principe Andrea, politici statunitensi e ricchi imprenditori.

I legali della Maxwell si sono a lungo opposti alla pubblicazione dei documenti, che contengono le deposizioni della Giuffre, decisa il 23 luglio dal giudice della corte federale di Mahnattan, Loretta Preska.

Rimangono invece ancora riservati i documenti contenenti le deposizioni della Maxwel, sui quali pende la decisione di un giudice di appello.

Ghislaine Maxwell è stata arrestata il 2 luglio nel New Hampshire per sei motivi legati all'adescamento di minori, al traffico sessuale e alla falsa testimonianza.

Se condannata rischia fino a 35 anni di reclusione ed è attualmente detenuta in una prigione federale a Brooklyn in attesa di processo; si è dichiarata non colpevole.

Altre Notizie