Al via il nuovo ecobonus

Al via il nuovo ecobonus

Auto, ecobonus: boom di richieste. I veicoli coinvolti

La fase di sostegno all'acquisto, che durerà fino al prossimo 31 dicembre, è articolata secondo uno schema progressivo, più premiante per le vetture a impatto zero e via via a scalare scendendo nella classe di efficienza energetica e diventa più interessante quando all'acquisto del nuovo veicolo si affianca la contestuale rottamazione di un modello con almeno dieci anni d'anzianità. Al di sotto di tale soglia scatta l'Ecobonus, che premia le auto elettriche e le ibride plug-in.

In particolare, è ampliata la gamma di veicoli a basse emissioni M1 per le quali sarà possibile richiedere il contributo, che potrà arrivare fino a 8 mila euro per l'acquisto con rottamazione e fino a 5 mila euro per l'acquisto senza rottamazione.

Nella fascia di emissioni da 21 a 60 g/km di CO2, che danno, invece, accesso ai bonus fino a 6.500 euro, rientrano molti più modelli, come l'Audi Q550 TFSIe Quattro, le Bmw225xeActive Tourer, 330e, 530e, X1 xDrive25e, X2 xDrive25e e X3 xDrive30e; la Citroen C5 Aircross Hybrid; la DS 7 Crossback E-Tense; la Ford Kuga 2.5 Plug-in Hybrid; le due nuovissime Jeep Compass 4xe e Renegade 4xe; le Kia Niro PHEV e XCeed PHEV; le Land Rover Range Rover Evoque P300e e Discovery Sport P300e; le Mercedes Classe A 250 e, Classe A 250 e Sedan, Classe B 250 e, Classe C 300 e; la Mini Countryman Cooper SE; la Mitsubishi Outlander PHEV; la Opel Grandland X Hybrid4; le tre Peugeot 3008 Hybrid4, 508 Hybrid e 508 SW Hybrid; la Renault Captur E-Tech; la Honda CR-V Hybrid; la Hyundai Ioniq Plug-in, la Seat Tarraco FR PHEV; la SkodaSuperb iV; la Toyota Prius Plug-In; le due Volkswagen Golf GTE e Passat GTE; la Volvo XC40 Recharge. "All'ecobonus si potranno aggiungere sconti fino a 2 mila euro che verranno concessi direttamente dai venditori". Per queste auto si potrà arrivare fino a 3.500 euro di bonus visto che si tratta di modelli di larga diffusione con motorizzazioni hybrid e mildhybrid, ma anche diesel, benzina, bifuel Gpl e metano. Il ministero dello Sviluppo economico ricorda in una nota che per la misura sono messi a disposizione altri 50 milioni di euro, che si aggiungono ai fondi già stanziati per l'incentivo, pari a 100 milioni di euro per l'anno 2020 e 200 milioni per il 2021. La misura vale anche per l'acquisto di auto con motori tradizionali euro 6 e offre incentivi anche a chi non ha un auto da rottamare. Era favorevole il Pd, non era contraria Leu, mentre si opponevano i Cinque Stelle.

Dopo un lungo tira e molla di annunci e discussioni, gli incentivi auto destinati a veicoli benzina, diesel e ibridi con emissioni di Co2 tra 61 e 110 g/km entreranno in vigore dal primo giorno di agosto. Il compromesso è stato raggiunto grazie alla limitazione del bonus per l'acquisto di modelli "a combustione" ma con basse emissioni.

Un altro fattore determinante per il raggiungimento dell'accordo è stata la limitazione temporale dei bonus.

Altre Notizie