Serie A, un protocollo per riaprire gli stadi al pubblico

Serie A Sky non paga ancora la decisione della Lega

Serie A Sky non paga ancora la decisione della Lega

La Lega di Serie A, nell'utima riunione di oggi, ha preso due decisioni importanti per il futuro del calcio e dei tifosi. Il campionato di Serie A su Sky continuerà, anche sde la pay tv satellitare non ha versato l'ultima rata prevista per il pagamento dei diritti televisivi del campionato. Il procedimento è ancora in corso. Oggi, nell'Assemblea della Lega alla presenza di tutte le venti società collegata in video conferenza, si è deciso all'unanimità di reiterare a Sky l'intimazione al pagamento della rata scaduta a maggio, in considerazione del decreto ingiuntivo emesso dal Tribunale di Milano. Sky, hanno stabilito i giudici, deve versare i 100 milioni di euro più gli interessi.

"Le squadre hanno comunque deciso, "a tutela e nel pieno rispetto dei propri tifosi" e degli sponsor, fa sapere l'assemblea, di non sospendere l'esecuzione del contratto di licenza".

Serie A su Sky la decisione della Lega
Serie A su Sky la decisione della Lega

La Lega ha anche sottolineato l'importanza di riaprire parzialmente gli stadi nel pieno rispetto delle condizioni di sicurezza. Come si legge in una nota della Lega: "Già nelle ultime gare di questa stagione si auspica che venga consentita a ciascuna Società la possibilità di riaprire i propri stadi ad un numero limitato di tifosi". A tal proposito è in fase di finalizzazione un articolato protocollo che sarà inviato nelle prossime ore al Presidente della Figc Gabriele Gravina affinché possa utilizzarlo nelle interlocuzioni con le istituzioni governative competenti.

Altre Notizie