Beppe Sala e le periferie di Milano: lo sfogo del sindaco

“Sbagliato dare gli stessi stipendi a Milano e Reggio Calabria”: nuove polemiche sul sindaco Sala

A rispondergli, tra gli altri, il ministro degli Affari europei Enzo Amendola intervenendo a una kermesse del Partito Democratico a Napoli. I prezzi delle case in vendita e degli affitti penso scenderanno ma non proporzionalmente a quanto rischiano di scendere i redditi. "Esiste una questione relativa al costo della vita nella nostra città", ha ammesso, "la cosa che non va è quanto sono pagati i giovani a Milano". "La proposta che ho letto - ha aggiunto parlando con i giornalisti - non è una scelta condivisa, non solo dalla politica, ma dai sindacati". Dopodiché che questa disomogeneità sia assolutamente incostituzionale, vedi la mancata applicazione dell'art 3 della costituzione, o che, ad esempio, l'alta velocità nel nord si è costruita anche con i contributi di quei cittadini, che proprio per la differenza di quei parametri territoriali, non ne possono usufruire perché non godono degli stessi diritti dei loro connazionali, sembra essere un concetto che politicamente non interessa più, o forse non è mai interessato a nessuno.

Dura la critica sollevata, in un post su Facebook, dal deputato di Fratelli d'Italia Wanda Ferro. A parità di mansioni, secondo Sala, un lavoratore di Reggio Calabria dovrebbe avere una retribuzione minore rispetto ad un lavoratore di Milano. "Non certo ipotizzare, come fa Sala, di intervenire sulle retribuzioni dei lavoratori che vivono in regioni che già soffrono un gravissimo ritardo infrastrutturale e dei servizi".

Polemica anche la reazione del consigliere comunale di San Luca, in provincia di Reggio Calabria, Klaus Davi.

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha recentemente dichiarato che a costi della vita diversi devono corrispondere stipendi diversi e che, dunque, chi vive al Sud dovrebbe percepire meno di chi vive al Nord. In Italia, il sistema delle gabbie salariali è stato in vigore tra il 1954 e il 1969. "Soprattutto - conclude - alla luce dei dati Istat che certificano come il Mezzogiorno abbia pagato un prezzo molto più grave per l'effetto Covid".

Altre Notizie