Rolling Stones minacciano causa a Trump: "Basta usare la nostra musica"

I Rolling Stones avvisano Trump Non usare più i nostri pezzi

Shutterstock I Rolling Stones avvisano Trump Non usare più i nostri pezzi

I Rolling Stones minacciano di fare causa a Donald Trump se continua ad usare le loro canzoni come colonna sonora dei rally elettorali. Lo riporta la rivista Rolling Stone. A provocare la nuova reazione della leggendaria rock band britannica è stato il fatto che Trump abbia usato la canzone "You Can't Always Get What You Want" durante il comizio di una settimana fa a Tulsa. Il brano era già stato suonato durante la campagna per le elezioni del 2016 e già allora la band inglese aveva chiarito in un tweet che "I Rolling Stones non sostengono Trump".

"Se Donald Trump lo ignora e persiste, sarà citato in giudizio", si legge nel comunicato. Mick Jagger e compagni non sono le uniche rockstar a non gradire l'associazione dei loro pezzi con Trump. Adele, R.E.M., Neil Young. molti artisti hanno denunciato l'uso delle loro opere anche durante i raduni repubblicani.

Altre Notizie