Il Salone di Ginevra non si farà nemmeno nel 2021

Lo smantellamento di uno stand dopo l'annullamento dell'edizione 2020

Lo smantellamento di uno stand dopo l'annullamento dell'edizione 2020 +CLICCA PER INGRANDIRE

Il Salone dell'Auto di Ginevra non si farà nemmeno nel 2021.

Dopo quella di quest'anno, anche quella del prossimo. Il settore automobilistico mondiale sta, come è noto, attraversando una fase difficile e gli espositori hanno bisogno di tempo per riprendersi dagli effetti della pandemia. "In aggiunta - spiegano dalla Fondazione - si è lontani dalla certezza di poter organizzare la prossima primavera un evento che attrae più di 600 mila persone nell'attuale situazione sanitaria".

La fondazione aveva chiesto al canton Ginevra un sostegno finanziario per coprire le perdite legate alla cancellazione dell'edizione di quest'anno.

Pur ringraziando le autorità, gli organizzatori hanno rifiutato i soldi, in quanto, tenendo conto dei termini stabiliti, non potevano essere una garanzia di stabilità finanziaria a lungo termine. La ragione di ciò è che la Fondazione sarebbe obbligata a rimborsare 1 milione di franchi svizzeri già nel giugno 2021. La Fondazione ha quindi deciso a favore della vendita di GIMS a Palexpo SA per garantire l'organizzazione regolare di un Salone Internazionale dell'Automobile a Ginevra. Altre informazioni dettagliate su tutte le decisioni verranno svelate domani nel corso di una conferenza stampa, in programma nel pomeriggio.

Altre Notizie