Rita Dalla Chiesa si scusa per aver chiesto l'estinzione dei cinesi

Rita dalla Chiesa

Rita Dalla Chiesa sui cinesi: "Mi sono sentita male per..."

Le parole utilizzate da Rita Dalla Chiesa sono state veramente molto dure e le hanno scatenato addosso dei commenti adirati. Al di là della brutalità della tradizione di Yulin, la frase ha attirato su Rita della Chiesa molte critiche. Rita, che è vegetariana ormai da anni, se l'era presa con tutto il popolo cinese per le barbarie che subivano quei cani. La conduttrice aveva detto: "è peccato mortale chiedere l'estinzione del popolo cinese?".

Sempre all'agenzia di stampa, Rita Dalla Chiesa aveva dichiarato di aver lanciato una provocazione che, suo malgrado, non sarebbe stata accolta secondo le sue intenzioni.

Oggi al bar un cameriere cinese ha dato da bere al mio cagnolino che aveva sete. Mi sono sentita male per quello che ho scritto l'altro giorno.Chiedo scusa. Sentendosi in colpa per la sua affermazione e per l'errore commesso, l'ha voluto raccontare su Twitter per scusarsi.

Poche ore dopo l'esplosione della bufera, la conduttrice aveva ribadito la sua posizione ai microfoni di Adnkronos: "Non mi rimangio nulla, pur sapendo che ci sono moltissimi attivisti in Cina che cercano di evitare questo genocidio questa cosa non è più accettabile (...)". Avevo visto delle immagini terribili su Yulin, e sono andata via di testa. Ovviamente, non era necessario un episodio come quello del cameriere che porta l'acqua al cagnolino per comprendere come il popolo cinese non possa essere identificato esclusivamente con chi partecipa al festival di Yulin.

Altre Notizie