Coronavirus, 300 persone in quarantena dopo una serata in discoteca

Coronavirus, vanno a ballare ma uno è positivo: in 300 finiscono in quarantena

Coronavirus, 300 persone in quarantena dopo una serata in discoteca

La voglia di scatenarsi in pista e tornare a ballare è costata cara a un gruppo di circa 300 persone che adesso si trovano in quarantena dopo una notte brava in una discoteca di Zurigo lo scorso 21 giugno. In base a quanto annunciato dal cantone, infatti, la misura è stata attuata dopo che uno dei presenti è risultato positivo al test del Covid-19 dopo quattro giorni. Nel frattempo, altri cinque si sono aggiunti al bilancio dei contagiati.

"Ci siamo resi conto che c'è ancora gente che esce anche se è malata o non prende sul serio i sintomi" ha commentato lo staff della discoteca con un post sulla pagina Facebook del locale. Il caso è stato segnalato al medico cantonale, si legge in una nota del Dipartimento della sanità, i cui servizi hanno preso contatto con il proprietario del locale.

Grazie alla lista di presenza, quindi, è stato possibile contattare tutte le persone presenti nel locale e metterli in quarantena. Il provvedimento di sicurezza riguarda anche i dipendenti del club.

Secondo le autorità zurighesi, l'episodio mostra l'importanza di rispettare le norme igieniche e di distanziamento sociale, così come della responsabilità individuale. Nel comunicato riportato dal quotidiano locale Ticinonews le autorità invitano la popolazione a essere prudenti e a evitare gli assembramenti, nonché indossare una mascherina laddove non sia possibile tenere le distanze. Se dovessero ripetersi casi del genere, infatti, potrebbero optare per la chiusura dei locali notturni.

Altre Notizie