Coca Cola boicotta Facebook - Ticinonline

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE

La Coca Cola ha annunciato di essersi unita al boicottaggio di Facebook, Instagram, YouTube, Twitter e degli altri social media accusati di non fare abbastanza per combattere la presenza di contenuti d'odio e razzisti nelle proprie piattaforme. Una decisione che ha avviato un vero e proprio movimento per boicottare Facebook al quale stanno partecipando oltre 100 aziende, che nel corso dei prossimi mesi non investiranno nella pubblicità sul social di Zuckerberg. Al boicottaggio, promosso da diversi gruppi di difensori dei diritti civili (Anti-Defamation League, NAACP, Color Of Change, Free Press, ecc), hanno già aderito altri colossi come Unilever, Verizon, Honda Motor, North Face, REI e Patagonia.

Le azioni delle società proprietarie dei social media hanno subito risentito gli effetti degli annunci perdendo diversi punti percentuali.

Quincey ha chiesto ai social network di dare prova di "maggiore trasparenza e responsabilità", mentre Coca Cola approfitterà della pausa per "fare il punto sulle sue strategie pubblicitarie e vedere se siano necessarie delle revisioni".

Sulla sospensione della pubblicità da parte di alcune grandi aziende si è espresso anche Facebook tramite un suo portavoce: "Investiamo miliardi di dollari ogni anno per mantenere la nostra comunità sicura e lavoriamo costantemente con esperti esterni per rivedere e aggiornare le nostre policy. Ci siamo sottoposti a una audit sui diritti civili e abbiamo bandito 250 organizzazioni della supremazia bianca da Facebook e Instagram", viene sottolineato in una nota.

Altre Notizie