Palamara si scusa su Salvini: "Parole improprie"

Matteo Salvini

Matteo Salvini

Ci sarà anche Luca Palamara stasera a Non è l'Arena. I governatori di alcune Regioni del Sud sono sul chi va là e - ad onta della decisione presa dal Governo - minacciano di effettuare controlli sanitari sui turisti in arrivo. "Non ho inventato io il sistema delle correnti, il mio ruolo era quello di mediare tra le singole correnti, all'interno dell'Anm".

"Sono a conoscenza di un rapporto stretto tra il dottor Pucci e il dottor Basentini e tra il dottor Pucci e il ministro Bonafede", ha dichiarato. E ancora: "Il nostro sistema penalizza chi non appartiene alle correnti della magistratura".

"In riferimento alle vicende inerenti al mondo giudiziario, assunte in questi giorni a tema di contesa politica, il Presidente della Repubblica ha già espresso a suo tempo, con fermezza, nella sede propria - il Consiglio Superiore della Magistratura - il grave sconcerto e la riprovazione per quanto emerso, non appena è apparsa in tutta la sua evidenza la degenerazione del sistema correntizio e l'inammissibile commistione fra politici e magistrati". Mi chiamavano tantissime persone, avevo una funzione di rappresentanza, ero diventato una figura di mediazione per molti colleghi, ma non per fare cose illecite. Non sono il nemico di Di Matteo. E' un quadro allarmante quello che ne esce fuori dalle parole del (l'ex) magistrato, che fa ben comprendere la sete di potere di quella parte della magistratura che pensa più alla carriera, che al proprio lavoro e, quindi alla necessità di organizzarsi a sistema attraverso le "correnti" (definite "scorciatoie"), unico strumento per poter raggiungere il potere e le posizioni dove si decide vita e carriera di chiunque. "Una sorta di manuale Cencelli e Di Matteo venne pretermesso".

"Ho anticipato il Covid, chi ha attuato il distanziamento sociale con me si è salvato", queste le parole con cui si è difeso il pm Luca Palamara, ex presidente Anm, che ospite da Giletti a Non è l'Arena, commentando il terremoto nella magistratura scatenato da alcune intercettazioni acquisite dalla magistratura e pubblicate dalla stampa.

Altre Notizie