Formula E: Ecco come ti trucco la Virtual Race

Formula E: Ecco come ti trucco la Virtual Race

Formula E: Ecco come ti trucco la Virtual Race

Sembra un episodo di una commedia degli equivoci quanto accaduto nella gara virtuale della Formula E sul circuito di Berlino: Daniel Abt, apparentemente terzo nella corsa di casa, si è in realtà fatto sostituire al volante da un sim racer, Lorenz Hoerzing. Il motivo? Aveva messo al suo posto un pro-player, tale Lorenz Hoerzing. Quando avvenuto dimostra per l'ennesima volta che, sebbene rFactor 2, ovvero la simulazione su cui si basano le gare virtuali di Formula E, sia molto accurato, i pro player hanno una marcia in più rispetto ai piloti reali.

Abt ha dimostrato in passato di non essere un fulmine a rFactor 2, non essendo mai andato oltre il quindicesimo posto.

Gara vituale, ma truffa vera e propria. Solo che il suo volto era coperto dal microfono e da altri accessori. Il primo a sospettare un imbroglio è stato Stoffel Vandoorne, che su Twitch aveva detto: "Non sono contento, perché non era Daniel a guidare". Hoerzing compete nella serie parallela, la FE Challenge, dalla quale è stato bandito.

L'episodio, già di per sé grave, aumenta di proporzioni considerando lo spirito della gara, svolta in collaborazione con Motorsport Games e Unicef per raccogliere fondi per l'emergenza coronavirus. Sono particolarmente dispiaciuto perché so quanto lavoro è stato profuso dall'organizzazione della Formula E su questo processo. "Sono consapevole che la mia condotta ha lasciato l'amaro in bocca, ma non ero spinto da cattive intenzioni".

Altre Notizie