Mascherine per le scuole, già disponibili per la maturità di giugno

Con il Decreto Rilancio (qui lo speciale QuiFinanza), il prezzo è sceso a 0,50 centesimi senza Iva (che precedentemente faceva salire il costo finale a 0,61 centesimi), mentre questa settimana, ha spiegato Arcuri, ne sono state distribuite "oltre 43 milioni, il numero più alto dall'inizio dell'emergenza".

"La partita delle mascherine è definitivamente risolta", ha detto Arcuri, spiegando che finalmente "anche nelle farmacie le mascherine a 50 centesimi ora si trovano e da ieri i primi 20mila tabaccai hanno cominciato a vendere le mascherine chirurgiche".

Le mascherine e la difficoltà di trovarle - soprattutto quelle al prezzo calmierato di 50 centesimi - sembrano un problema risolto, stando alle dichiarazioni di oggi del Commissario all'emergenza, Domenico Arcuri, nel punto stampa settimanale, raccolte per noi dall'agenzia Adnkronos.

Le novità, però, non sono finite qui. "Gli esami di maturità devono essere fatti assolutamente in sicurezza". Il dispositivo sarà disponibile per tutte le scuole già il 17 giugno.

Così - ha proseguito Arcuri - "distribuiremo le mascherine gratuite per il personale docente e non docente e per gli studenti" in occasione degli esami di maturità "e stiamo iniziando a studiare per capire come approcciare la ripresa dell'attività scolastica a settembre". "Stabiliremo le modalità, ma l'obiettivo verrà conseguito", assicura il Commissario.

"E' cominciata questa settimana la produzione di mascherine chirurgiche in Italia". Le prime mascherine le daremo al personale medico e ai farmacisti. "Preciso che vanno difese fino alla morte le libertà del mercato, tranne la libertà di arricchirsi calpestando il diritto alla salute".

Altre Notizie