Le mascherine monouso vanno buttate, Virus vi resiste 4 giorni

Iss fa chiarezza

Coronavirus, l’allarme dell’Istituto Superiore della Sanità: sulle mascherine permane fino a ...

L'Istituto Superiore di Sanità (Iss) sul portale ufficiale ha pubblicato un rapporto intitolato "Raccomandazioni ad interim sulla sanificazione di strutture non sanitarie nell'attuale emergenza Covid-19" in cui fa chiarezza su alcuni punti fondamentali. Ma per quanto riguarda lo strato interno delle mascherine chirurgiche, qui le particelle del virus sono state trovate anche quattro giorni dopo. Tra quelle analizzate, proprio la mascherina chirurgica.

E' necessario pulire con un detergente le superfici prima di disinfettarle e prestare massima attenzione all'utilizzo delle mascherine chirurgiche - si legge nel rapporto dell'Iss - poiché la presenza di particelle virali infettanti può esser "rilevata fino a 4 giorni dalla contaminazione". Purtroppo però non si conosce quale sia la dose minima per infettare, anche perché dipende anche dalle difese immunitarie dei singoli individui. "Per esempio, i coronavirus resistono meglio a temperature basse e in ambienti umidi". "Il rischio infettivo è minimo ma l'impatto sull'ambiente è alto". Il fatto che sopravvivono, inoltre, non significa di per sé che trasmettano la malattia: se ci sono poche particelle virali, infatti, la carica infettante è minore. "Pertanto, bisogna stare sempre molto attenti". Il dato indicato dall'ISS si basa sulla letteratura scientifica disponibile sino ad oggi, e risulta particolarmente prezioso nell'ottica della prevenzione, soprattutto adesso che la Fase 2 - quella della convivenza col virus - è entrata nel vivo, e l'uso dei dispositivi di protezione individuale (DPI) e l'igiene delle mani rappresentano un baluardo per spezzare la catena dei contagi. In particolare, se si è positivi o in quarantena obbligatoria mascherine e guanti monouso, come anche la carta per usi igienici e domestici (fazzoletti, tovaglioli, carta in rotoli) vanno smaltiti nei rifiuti indifferenziati, possibilmente inseriti in un ulteriore sacchetto. Visti i costi, e anche la poca disponibilità delle mascherine di tipo FPP2 ed FPP3 che devono essere usate da medici, infermieri e da tutte le persone che hanno maggior rischio di entrare in contatto con il virus, per tutti gli altri, si consigliamo ormai da settimane le mascherine a uso civile.

La raccomandazione principale è quella di buttare le mascherine monouso dopo l'utilizzo e lavare subito quelle riutilizzabili. Oltre a questi c'è anche la detersione, cioè la rimozione dello sporco da fare prima della disinfezione, in quanto "lo sporco e' ricco di microrganismi che vi si moltiplicano e sono in grado di ridurre l'attivita' dei disinfettanti".

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Altre Notizie