Cremonese, si spegne a 81 anni Gigi Simoni, grande uomo grigiorosso

Morto Luigi Simoni

Luigi Simoni

Dopo circa un anno e mezzo dal malore che lo aveva colpito all'interno della sua abitazione, l'ex allenatore dell'Inter Gigi Simoni è venuto a mancare all'età di 81 anni.

Una breve esperienza in Serie B durata pochi mesi e caratterizzata anche dalla tragica scomparsa di Denis Bergamini.

QUEL FEELING MAI NATO CON PIACENZA - Il ricordo di Luigi Carini - Confessiamo un certo imbarazzo nel ricordare Gigi Simoni, persona di notevoli qualità umane, si direbbe un autentico signore, un signore come nel calcio è raro trovarsi.

Rimarrà sempre il primo tecnico ad aver allenato Ronaldo in Italia, probabilmente nella versione migliore del "Fenomeno". Dopo la Cremonese per Simoni arrivò l'Inter di Moratti (e di Ronaldo) e la sfida con la Juve, la Coppa Uefa a Parigi contro la Lazio e l'esonero incredibile, l'anno successivo, dopo aver battuto il Real a S. Siro, nel giorno in cui riceveva la Panchina d'oro. Come tecnico ha ottenuto sette promozioni in serie A, due volte con il Genoa e il Pisa nonché con Brescia, Cremonese e Ancona. Il suo essere signore, innanzitutto. Anche il suo calcio era così: "umile ma funzionale, capace di far fruttare al meglio ciò che aveva a disposizione", scrive il club che poi ricorda la parentesi interista di Simoni. "Di più mi riesce difficile dire". In carriera ha collezionato più di 330 panchine in partite ufficiali, vincendo anche la Coppa Uefa del 1998 con l'Inter. "Una frase che spiega tanto, della persona che è stata".

Altre Notizie