Prima e dopo il coronavirus. Le foto choc dell'infermiere americano

Prima e dopo il coronavirus. L'infermiere 43enne intubato per un mese ecco cosa succede al corpo

Prima e dopo il coronavirus. L’infermiere 43enne intubato per un mese: ecco cosa succede al corpo

Aveva iniziato a sentirsi poco bene circa due giorni prima. Quando si è svegliato, era in un altro ospedale, più grande, dove era stato trasferito per potergli assicurare cure migliori. Dopo altri dieci giorni di convalescenza in ospedale, l'infermiere è stato dimesso. "Volevo mostrare a tutti quanto possa essere duro stare in terapia intensiva per settimane", ha scritto a commento dei selfie pubblicati su Instagram: il primo lo ha scattato un mese prima di ammalarsi, il secondo mentre si trovava in ospedale dopo le settimane di terapia intesiva. "Tornerò quello di prima, magari anche in modo più sano", ha aggiunto su Instagram. "Magari potrei anche iniziare a fare cardio!", ha concluso scherzando e riferendosi alla sua passione per il body building. Pesava circa 86 kg.

Shultz, scrive Huffington Post, ha contratto il virus senza avere alcuna patologia cronica, era uno sportivo, perfettamente in salute: "Pensavo di essere abbastanza giovane da farla franca, e so che molta gente pensa la stessa cosa".

"Volevo dimostrare che può succedere a chiunque - avverte Mike -. Non importa se sei giovane o vecchio, se hai o no condizioni preesistenti". E' stato lo stesso Mike Schultz, 43enne di San Francisco, a voler rendere pubblica la trasformazione che il suo fisico ha subito in seguito al lungo ricovero in terapia intensiva. "Non ho ancora recuperato del tutto il senso del gusto, quindi avevano un sapore un po' diverso", ha confessato.

Altre Notizie